Categoria: rubriche

Binario di Daniela Groppuso «L’uso che Biagi e… come si chiama quell’altro? Santoro… e l’altro?… Luttazzi, hanno fatto della televisione pubblica, pagata coi soldi di tutti, è un uso criminoso. E io credo che sia un preciso dovere da parte della nuova dirigenza non permettere più che questo avvenga». Silvio Berlusconi – Sofia, 18 aprile […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore Due parole sulla vera natura del Festival di Sanremo nel 2010. Guardate i finalisti. Valerio Scanu. Proveniente da una trasmissione tv: “Amici” di Maria De Filippi. Marco Mengoni. Proveniente da una trasmissione tv: “X Factor”. Emanuele Filiberto, Pupo e il tenore (quest’ultimo la vera vittima dell’operazione “Italia amore mio”: nessuno […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore Italia amore mio (di Enzo Ghinazzi – Emanuele Filiberto – Enzo Ghinazzi) (Pupo) Io credo sempre nel futuro, nella giustizia e nel lavoro, nel sentimento che ci unisce, intorno alla nostra famiglia. Io credo nelle tradizioni, di un popolo che non si arrende, e soffro le preoccupazioni, di chi possiede […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore In Italia si dice: “ciurlare nel manico”. A Palermo, “andarci con la minutidda”. In entrambi i casi, il significato è pressappoco questo: cercare di ottenere qualcosa in modo subdolo, con piccole mosse strategiche, meglio se invisibili, senza dichiarare la sostanza del proprio intento. Ho l’impressione che l’ultima trovata del governo […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore Alla luce del Centorrino-economista-pensiero, propongo il mio vademecum per il perfetto siciliano ottimista di sinistra. Mattina: canticchiare “Ciuri-ciuri” appena svegli, preferibilmente con un rametto di zagara sull’orecchio e la giacca del pigiama – rossa, di raso – annodata alla vita, in stile carrettiere siculo o cameriere del ristorante “Lo strascino”. […]

Leggi tutto

Binario di Daniela Groppuso Notate qualche analogia? Corriere.it – 12 febbraio 2010 Il Salaria Sport Village, un tempo, era il circolo del dopolavoro del vecchio Banco di Roma, poi sono arrivati i «re di Settebagni », i costruttori Anemone, che hanno rilevato il complesso coltivando sogni di «grandeur». “Ho letto pure di un incontro che […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore Deve essere il periodo. Esaurite le cartucce della politica che si fa spettacolo (ci abituiamo presto a tutto, si sa), si fa inversione di marcia: lo spettacolo nutre la politica. Ora Alessandra Mussolini, ancora calda dei fumi del caso Morgan e delle relative ospitate tv, sposta la sua indignazione di […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore Ve l’ho raccontato: stavo rischiando di diventare un fatto di cronaca solo per essere andato a cambiare due biglietti per il concerto di un cantante. Ci sarebbe stato un “caso Cacciatore”. Invece i quotidiani di questi giorni sono pieni di un “caso Morgan”. Che, guarda caso, è anche il musicista […]

Leggi tutto

L’attimino fuggente di Giacomo Cacciatore Ma sentite questa. Ho due biglietti per un concerto. Hanno spostato la data dell’evento, e io voglio accertarmi di non doverli cambiare. Così decido di andare al box-office dove li ho comprati. Come tutti sanno, i biglietti hanno una caratteristica: sono sottili ed entrano facilmente nella tasca interna di giacche […]

Leggi tutto
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial