Varietà di contenuti

Grazie a Giuseppe Giglio.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

12 commenti su “Varietà di contenuti”

  1. solo a palermo si parla,ripetutamente e con due pagine di giornale,dei pass ai politici…non ci sono cose più importanti su cui scrivere?
    e poi dicono palermo capitale,neanche nei paesi di cinquemila abitanti in cui i privilegi bruciano di più,riguardando il tuo vicino di casa,ci si accapiglia così tanto e con tle accanimento su una stronzata che è pure gratis,ma per favore!

  2. Certo, facciamo finta che quei pass sono una sciocchezza su cui sorvolare. Chi stabilisce la priorità dei problemi e la loro gerarchia? Se capita uno scandaletto come questo, cosa si fa, un trafiletto e via? Ma per favore!

  3. @giusicilia: una mia curiosità: ma tu difendi i politici sempre e comunque? Saranno mica tutti santi?

  4. @abbattiamo,no assolutamente,mi dispiace di aver dato questa sensazione,anche se ritengo ci sia traccia pure su questo blog di miei commenti critici nei confronti di diversi uomini politici,e donne ovviamente( ricordo ad hoc la giammanco,ma anche cammarata e marrazzo,certo forse è stato come sparare sulla croce rossa!).
    Ovviamente non pretendo che mi sia prestata attenzione,per cui va bene così.
    @gianni allegra,a mio modesto avviso,ci sono cose pruriginose che fanno parlare al bar,come quella in oggetto,che magari valgono un articolo,ma parlare di scandalo proprio mi sembra ridicolo, soprattutto quando ci sono faccende politiche pesanti,che incidono sulle tasche della gente,su cui nessuno scrive,un esempio?
    Lo sa lei che l’accordo sul rigassificatore a porto empedocle concluso da cuffaro con l’enel e bloccato dal duo interlandi-lombardo era di 16milioni di euro,ed oggi,a distanza di 2anni,spariti i dubbi ambientali,lombardo chiude con gli stessi soggetti(enel),un accordo avente lo stesso oggetto(rigassificatore a Porto empedocle),ma per 23milioni di euro? Cosa sarà costato 7milioni la mediazione di armao?
    Quante pagine su questo scandaletto?
    P.S.rispondo così nei fatti anche ad Abbattiamo

  5. Non mi pare che Repubblica edzione di Palermo abbia risparmiato (e stia risparmiamdo) strali a Lombardo e al dottor Armao: si è parlato del conflitto di interessi di quest’ultimo per paginate e paginate con botte risposte e editoriali piuttosto acuminati. Non è stata risparmiata neppure l’opposizione che in questo momento non si oppone ma sta con un quasi piede dentro il governo Lombardo: questo, sempre Repubblica, lo dice a chiare lettere. Consideri anche qualche mia innocua vignettuccia, così per gradire. Lo scandaletto dei pass va denunciato, come tutti gli scandali. E quelli che passano inosservati vanno segnalati a gran voce. Tutto qui.

  6. io non ho voluto polemizzare con repubblica-pa,so bene che in questi mesi è di fatto l’unica voce critica ad un governo regionale vergognoso, ho espresso una mia personale e legittima opinione,da agrigentina che vive (per scelta)da 16anni a palermo, di stupore per l’importanza che, in una città da un milione di abitanti piena di problemi, si da ad uno “scandaletto” ridicolo che ha ad oggetto i pass ai politici e,credetemi,non voglio tutelare la casta,ma ritengo che sia davvero da provinciali…e se lo dico io!

  7. …senza plageria, le vignette di matitallegra sono uno spasso,la mattina appena sveglia tirano su il morale,e di questi tempi non è cosa facile!
    sul piede dell’oppoizione io leverei il quasi…

  8. Io penso che a questa gente non bisogna far passare in cavalleria nulla. Nè i pass, nè i rigassificatori, nè le caramelle Sukajna comprate a sbafo. E parlare di una cosa piccola non esclude l’altra, più importante. Se così è stato, si provveda per il futuro.
    Repubblica… Ora, non voglio fare l’avvocato di nessuno, anche perché non sono mai stato molto tenero verso l’edizione nostrana del giornale (per motivi personali, lo ammetto, che non hanno a che fare con il “pubblico” e riguardano il mio passato). Repubblica Palermo paga, a mio modesto parere, lo scotto di un recente passato un po’ salottiero (nel senso di radical chic… vogliamo dire un po’ “modajuolo”?) ma si badi: rimane sempre una voce indispensabile in una città che si nutre di Giornali di Sicilia. E rimane l’unico giornale cittadino che ha cronache politiche degne di tale nome. Indispensabili proprio perché uniche, appunto.

  9. @cacciatorino: Quella che il Ministro Brunetta ha definito la “sinistra per male” (da distinguere dalla sinistra per bene) – da “La Vita in diretta”, ore 18,15 circa su Raiuno.

  10. @contessa: non ha pace, quest’uomo. Non fa altro che coniare amenità linguistiche. Bamboccioni, fannulloni, creduloni, crapuloni, sinistre per male… Dovrebbero farlo giocare con una rubrica su un giornale, tipo quelle di Bartezzaghi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.