Osteria numero venti, se la spiaggia avesse i denti…

Da Corriere.it.

  

7 Comments

  1. Marid@
    Ago 16, 2011 @ 19:49:25

    colpa del solleone… voglio sperare !

  2. salvatore battaglia
    Ago 16, 2011 @ 20:04:31

    No, non il solleone, ma la bestialtà di certi
    siciliani.
    Vergogna!!!

  3. spallanzani
    Ago 16, 2011 @ 20:28:05

    Da quelle parti se ne vedon delle belle…..
    Cito a memoria: nell’ultimo mese, il tizio ucciso con un colpo di cacciavite in testa da un minorenne per una questione di gelosia, quell’altro poveraccio ammazzato con una mazza da baseball per aver chiesto al proprietario di un locale di non esagerare col volume della musica, adesso questa storia al limite dell’incredibile.
    Evito i commenti, ma un’idea me la sono fatta.

  4. salvatore battaglia
    Ago 16, 2011 @ 20:58:12

    pure io mi son fatta unìidea
    delinquenti bestie

  5. Tex Willer
    Ago 16, 2011 @ 21:02:43

    Certo il caldo, in qualche maniera, gioca un certo ruolo ma è solo sussidiario non primario, altrimenti a Catenanuova (EN), notoriamente il più caldo paese siciliano, per togliere i morti ammazzati dalle strade, dovrebbero fare ricorso ai monatti di manzoniana memoria.
    Piuttosto, sarebbe più istruttivo rileggere Freud e la sua “Psicologia delle masse e analisi dell’Io” del 1921, per comprendere come, troppo spesso, l’istinto animale (morsi, testate) prenda il sopravvento nella mente umana, in particolare quando la “bestia”, come spesso accade nei luoghi affollati, vede pericolosamente ridursi il suo spazio vitale.

  6. salvatore battaglia
    Ago 16, 2011 @ 23:37:51

    Amo la Sicilia ed i Siciliani:
    e però una minima percentuale è portata alla rissa,alla provocazione verbale, che porta,
    soprattutto se presenti testimoni donne,a reazioni criminali. Una parola tagliente porta ad
    una replica ancora più tagliente: l’animo si
    riscalda, le argomentazioni verbali non servono
    più: scatta la rabbia: “ti faccio vedere io!”:
    una notevole percentuale soprattutto di giovani
    esce di casa con un coltello in tasca, per ogni
    evenienza..
    Purtoppo questa è la realtà.
    Viva la Sicilia, abbasso i delinquenti attacca brighe “turiddusi”.

  7. goffredo
    Ago 19, 2011 @ 13:29:04

    bravo viva la sicilia….guarda cosa fece vedere le iene qualche mese fa:
    http://www.youcandid.com/video/c02aed76af29cb45f78c3fc51ee5e372/

Leave a Reply