Appello di Berlusconi a Futuro e Libertà: “Che la notte vi porti consiglio”. Ora, che un capo del governo un tempo spocchioso e sicuro di sconfiggere personalmente una malattia come il cancro (il che vale infinitamente di più sul piano delle panzane rispetto al milione di posti di lavoro e al ponte sullo Stretto) sia ridotto ad affidarsi alla buona sorte e ai felici sogni degli ex alleati, la dice lunga sul suo stato di salute (mentale).
Siamo alle preghiere, ai fioretti, ai bigliettini sotto il cuscino.
Se non fate i bravi a Natale niente regali, e il 6 gennaio solo carbone dalla Befana.
Non mi faccio illusioni: oggi potrebbe essere una giornata importante per il futuro di questo paese, però prudenza impone di coltivare la sana diffidenza sin quando il nemico è fuori di casa e la porta è ben chiusa.
Io per scaramanzia ho dato due giri di chiave. Se citofonate e volete che vi apra vi serve la parola d’ordine. Vi sentirete chiedere: con cosa fa rima Capezzone? Ecco, la risposta è la parola d’ordine.

Please follow and like us: