La vignetta, pubblicata su la Repubblica Palermo, è di Gianni Allegra

La vignetta, pubblicata su la Repubblica Palermo, è di Gianni Allegra

Leggete attentamente.
Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha deciso di azzerare la giunta per meglio “portare avanti il progetto di ricostruzione della città”.
Non vi sfuggirà la dirompenza di tale notizia, per vari motivi.
Primo. Cammarata c’è.
Secondo. Cammarata c’è e decide.
Terzo. Cammarata ha appreso al Circolo del tennis che è a capo di una giunta.
Quarto. Cammarata ha letto da qualche parte che una giunta si può azzerare.
Quinto. Cammarata sa chi è Lombardo (questo è nel sottotesto).
Sesto. Cammarata è geloso di Lombardo che smonta e rimonta la giunta regionale come se fosse fatta coi mattoncini Lego.
Settimo. Cammarata ha un progetto.
Ottavo. Cammarata ha un progetto di ricostruzione.
Nono. Cammarata è bravissimo col Lego (questo è desumibile dal punto ottavo, altrimenti non si capirebbe come dovrebbe ricostruire).
Decimo. Cammarata abita in una costruzione antisismica, sennò sentirebbe come trema la terra dopo certi suoi annunci.

Il sindaco di Palermo Diego Cammarata ha anche detto: “Non intendo galleggiare in questi tre anni, da qui alla fine del mio mandato”.
Notizia iper-dirompente, per vari motivi.
Dal punto primo al punto decimo. Cammarata dà una svolta epocale, un reale segno di discontinuità: ha galleggiato per così tanti anni che gli è venuta la noia.

Please follow and like us: