La cultura di Morgan

Morgan (…) si è esercitato in una serie di imbarazzanti (per lui) contumelie. (…) È ridicolo che uno che si riempie la bocca della parola «cultura» non riesca a fare un discorso di senso compiuto.

Aldo Grasso usa le stesse parole e richiama gli stessi concetti che il sottoscritto ha sommessamente espresso qualche settimana fa a proposito del “talento” di Morgan. Ora, siccome io non sono più esperto, intelligente, furbo, colto di Grasso, evidentemente la realtà è quella che è. Basta prendersi la briga di osservarla.

Grazie alla Contessa.

  

One Comment

  1. Antonio Lo Nardo
    Ott 04, 2010 @ 14:11:08

    Ancora mi chiedo che ci faceva nella trasmissione Raiperunanotte.

Leave a Reply