Daverio incazzato

Non sono ne comunista ne stalinista, sono convinto giacobino, ed ho risposto alla provocazione con una giusta contro provocazione. Solo dei fessi potevano non capire. Solo dei perversi potevano fingere di non aver capito.
Cari palermitani, vi ho voluto bene, da ingenuo idiota. Ora so che non ve ne poteva fregar di meno. Ora so che mi sorridevate come ad un turista demente e pensavate: povero cretino! Ora ho imparato. Passo e chiudo per sempre. Mi porto come ricordo imperituro il grido del ragazzo con telecamera che mi urla : “dacci i tuoi soldi! “.

Philippe Daverio si incazza su Rosalio.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

6 commenti su “Daverio incazzato”

  1. Devo ancora decidere se sono un fesso o un perverso. Ma mi stanno bene entrambe le opzioni, in questo caso. L’opzione “Ciccione di m***rda” non mi spetta più, visto che sono dimagrito da un paio di anni. Sul “disoccupato di m***rda” non saprei. Tutto può accadere.
    Citando: “Cari palermitani, vi ho voluto bene, da ingenuo idiota”.
    Si è dimenticato una parola: “pagato”.

  2. Rivendico, a fasi alterne della mia vita (ma da 6/7 anni non me la toglie nessuno), la qualifica di “ciccione”. Quasi quanto rivendico la qualifica di “rimbambito” che l’altro giorno mi ha amorevolmente appioppato al telefono mia figlia, alla fine di un mio ragionamento di logica non proprio lineare. Data l’età… E anche quella rivendico con orgoglio. Sapeste che privilegi… (parlo sul serio).

  3. Film già visto. S’intitola “Prendi i soldi e scappa”. L’ha fatto Woody Allen.

  4. Mitico Philippe Daverio!
    Era ora che si rendesse chiaro che non è giusto che tutti si laureino e facciano cultura. Non absta il pezzo di carta e la laurea non certifica intelligenza e raffinatezza di pensiero. Finora bisognava fare i comunisti per paura di perdere il posto… Invece, Daverio se ne è fregato, ha infranto questo tabù catto-comunista tipicamente italiano e ha detto quel che pensava – e hanno sempre pensato gli intellettuali di tutte le epoche.
    Bravo.

  5. Gli intellettuali di tutte le epoche hanno sempre pensato “cicciona di m***rda/disoccupato di m***rda”? Non ci avevo mai pensato.
    E’ proprio vero che non si finisce mai di imparare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.