L’indifendibile debole

In cuor mio ho già un’idea di come finirà. E si accettano scommesse. Lo scenario del sacrificio è pronto. Un indifendibile debole, probabilmente reo di qualche leggerezza, pagherà al posto di un indifendibile forte. E’ una legge di natura.

Infatti.
E’ poco elegante citare se stessi, ma nel nome della chiarezza passo volentieri per troglodita.

  

6 Comments

  1. pirsimona
    Set 24, 2009 @ 20:01:17

    E così il cerchio si chiude.
    Il nostro sindaco ne esce pulito, la colpa non è sua e il caso può essere archiviato. L’indifendibile debole per il momento è licenziato dalla gesip, ma fra qualche mese potrà essere reintegrato in qualche lavoro socialmente utile e nel frattempo può continuare a fare il marinaretto e a calare la pasta per colui che è talmente impegnato da non potere trovare il tempo per azzizzare un piatto di spaghetti al pomodoro!

  2. Stanton
    Set 24, 2009 @ 20:06:08

    Certo che è veramente incredibile quello che succede sotto i nostri occhi. Magari resterà disoccupato oppure gli hanno promesso già un altro lavoro; intanto cercano di ripulire l’immagine di Cammarata e della Gesip, si finge che esista il rigore.

  3. mister mister
    Set 24, 2009 @ 20:55:44

    Io per non sbagliare quoto sia pirsi che stanton.

  4. rosipa
    Set 24, 2009 @ 22:14:06

    vergogna di una vergognosa vergogna!

  5. fm
    Set 24, 2009 @ 23:30:46

    a me disgusta “sapere”, e lo so, che buona parte dei palermitani troveranno cosa buona e giusta che a pagare sia l’indifendibile debole.
    Questa si chiama “mentalità servile”

  6. pirsimona
    Ott 16, 2009 @ 15:32:19

    E invece è finita anche peggio:
    http://palermo.repubblica.it/dettaglio/skipper-assenteista-la-gesip:-tre-giorni-di-sospensione/1751134
    Questo perchè quando hai le giuste “amicizie”, a Palermo ti puoi permettere ciò che vuoi e, male che vada, ti becchi una piccola tirata d’orecchie

Leave a Reply