Cose da fare nel weekend

Cercare di finire “Grottesco” di Patrick McGrath prima di dover confessare pubblicamente che ‘sto libro mi annoia.

Correre almeno 17-18 km per evitare di finire ultimo alla mezza di Amsterdam.

Trovare il tempo per eliminare un po’ di arretrati dalla mia scrivania prima che la scrivania non si trovi più.

Ascoltare almeno un pezzo dei Pink Floyd e uno degli Earth Wind and Fire per ricordarmi che una volta la musica mi emozionava.

Nuotare nel mare di Mondello con Dani che finge di divertirsi a nuotare con una rana sfiancata come me.

Mangiare fagioli freschi.

Non guardare la tv perché in fondo è lei che ci guarda.

Spegnere il computer per lo stesso motivo.

Dimenticare che il mio iPhone è stato devastato dall’aggiornamento di iOS7.

Chiudere la manovra di accerchiamento a quella bottiglia di Amarone che da un paio di mesi ammicca con insistenza dalla cantinetta in dispensa.

Sorridere qb.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

10 commenti su “Cose da fare nel weekend”

  1. “Ascoltare almeno un pezzo dei Pink Floyd e uno degli Earth Wind and Fire per ricordarmi che una volta la musica mi emozionava.”

    Ecco, non dimentichiamocelo mai, che la musica ci emoziona, sempre.
    Buon fine settimana, Gery

  2. E perché finire un libro che ti annoia? Ultimamente ho mollato prima della conclusione un libro di Palahniuk (Invisible monster), un paio di King (Il gioco di Gerald e La bambina che amava Tom Gordon), e Celine (Viaggio al termine della notte): è stata una liberazione!

  3. Gery, ti sei dimenticato le pizzette di Graziano… (anche se con l’Amarone non le ho mai provate… ;-)

  4. Vediamo se azzecco quali obiettivi non hai raggiunto: correre, nuotare, mangiare fagioli, spegnere il pc, concludere la manovra di accerchiamento (anche se di questi tempi, forse ubriacarsi è l’unica cosa saggia da fare…)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.