La vergogna non sta nel fatto che questi quattro poveracci, nati inopinatamente in Italia, pensino di vivere in una regione/nazione che non esiste. Ma che da quello Stato che offendono giorno dopo giorno succhino circa 700 mila euro all’anno.

Via @pecalc su Twitter.

Please follow and like us: