Lasciamo parlare le cifre. Secondo l’Istat la maggioranza degli italiani legge fino a un massimo di 3 libri l’anno, cioé un romanzo ogni 4 mesi. I cosiddetti “lettori forti”, quelli che in un anno leggono 12 o più libri, sono solo il 15,2% (uno su 5 ha oltre 65 anni).
Sempre secondo l’Istat, la regione con la percentuale più alta di famiglie che non possiedono in casa alcun libro è la Sicilia (20,2%), seguita dalle regioni meridionali nel loro complesso (15,0%), mentre nelle regioni del Centro-nord la quota non raggiunge il 9%. Le regioni in cui si riscontrano le quote più basse di famiglie che non possiedono libri in casa sono il Trentino-Alto Adige (2,8%), la Valle d’Aosta (5,0%), la Sardegna (6%) e la Toscana (6,4%).
Più che parlare, le cifre ululano.

Grazie a Raffaella Catalano.