Se il cretino ha mano libera

Si continua a dibattere sul valore di internet e delle notizie che viaggiano nel web. Discussione oziosa, secondo me: le informazioni utili e i cronisti e/o blogger bravi si distinguono dalle panzane e dai propalatori di panzane, qualunque sia il supporto utilizzato.
Sono temi sui quali, in questi anni, ci siamo confrontati sino allo sfinimento.
Ora sarebbe piuttosto il caso di discutere della violenza verbale che anima i commentatori di forum, blog e siti vari. Come se la presunta democrazia del web autorizzasse chiunque a scavalcare la cancellata del vicino per prenderlo a schiaffi solo perché i fiori del suo giardino hanno un colore che non si intona con quello della casa.
Non so cosa ne pensiate, ma io ritengo che questo sia un tema importante: i cretini non possono prendere il controllo della situazione solo perché il mezzo telematico dà loro mano libera.

  

9 Comments

  1. Angelo
    Apr 30, 2010 @ 10:10:30

    Non sottovaluterei l’effetto delle “panzane” sui lettori via web: non tutti sono in grado di distinguere tra attendibile e non.
    Si pensi, ad esmpio, alle notizie di ambito medico: accessibili a tutti, ma comprensibili a pochi.

  2. silvia
    Apr 30, 2010 @ 10:56:40

    Un mondo senza cretini?
    Non esiste.

  3. Gery Palazzotto
    Apr 30, 2010 @ 11:10:09

    @Angelo: vero.
    @Silvia: vero.

  4. rosipa
    Apr 30, 2010 @ 11:26:16

    siamo nel limbo dell’utopia…sommersi dai cretini. Scusate, stamattina sono un pò ombrosa, perciò altro non posso pensare.

  5. fm
    Apr 30, 2010 @ 11:34:01

    Quelli che mi spaventano sono soprattutto i cretini furbi e ce ne sono troppi in giro!

  6. Gery Palazzotto
    Apr 30, 2010 @ 11:37:39

    Colgo l’occasione per riportarvi al sommo Sciascia.

  7. silvia
    Apr 30, 2010 @ 11:42:43

    Carmelo Bene a proposito dei Cretini.

    http://www.laboratorio1.unirc.it/marv/001/cretini.htm

  8. Tanus
    Apr 30, 2010 @ 14:51:51

    A proposito di Sciascia.

    http://www.corriere.it/cultura/10_aprile_30/siamo_tutti_gattopardi_0420d0da-541e-11df-a5b5-00144f02aabe.shtml

    Leggendo questo si ha la netta e chiara idea di quanto sia stato grande. E di quanto la definizione “sommo” sia azzeccata, forse anche insufficiente.
    In poche righe il disagio di un’epoca che dovremmo ricordare, se non altro perché ancora attuale.

  9. giusicilia
    Apr 30, 2010 @ 15:39:48

    Purtroppo troppi cretini hanno mano libera,troppi vigliacchi che mai avrebbero il coraggio di offenderti vis a vis quando puoi difenderti, ma che ci mettono meno di niente a farlo in commenti anonimi,in blog e forum sfogatoi di frustrati, purtroppo tutto rimane in rete legato ad un nome ed un cognome, che se è il tuo brucia

Leave a Reply