Difesa di lusso

Il Corriere della Sera affida oggi la difesa di Berlusconi a un tunisino che vive a Parigi, amico di Murdoch e, strano ma vero, anche del nostro tromba-premier, rappresentante dei francesi in Mediobanca, socio dei miliardari di mezzo mondo, in affari con Mel Gibson e Steven Spielberg e nipote di Bourghiba. Si chiama Tarak Ben Ammar e, rassicurano da via del Solferino, non ha alcuna parentela diretta con Dio.

  

3 Comments

  1. faguni
    Giu 21, 2009 @ 17:27:18

    Ho letto un dato che mi ha scioccata:
    La fortuna delle tre persone più ricche al mondo supera oggi, da sola, l’importo della produzione annuale dei 48 paesi più poveri, dove vivono
    700 milioni di esseri umani!!
    Dappertutto si allarga il fossato che separa le èlites finanziarie e la massa dei lavoratori precari, dei piccoli salariati, dei disoccupati di lungo corso, dei giovani inattivi e sottoqualificati.
    E mentre Il sig. Berlusconi sforna eserciti di veline, plasma una classe politica di terracotta, e sparge farfalle e insettini vari per ottundere
    cervelli e rifornire il mercato finanziario di finta ricchezza, un SESTO! della popolazione mondiale muore di fame!!

    Ps: sig. Ben Ammar, io credo che il sig B più che di una first lady accanto
    avrebbe bisogno di un buon trattato di filosofia economica sottobraccio!

  2. faguni
    Giu 21, 2009 @ 17:31:19

    Considerazione becera, tascia e molto palermitana:
    Il povero sig. Tantillo del borgo per un festino a luci rosse, nico nico,
    ci lasciò le penne…ma u cani muzzica sempre l’ osso sbagliato!!

  3. faguni
    Giu 21, 2009 @ 22:58:15

    E comunque, bravo gery!
    Come sempre sai cogliere ciò che a molti può sfuggire.
    Questa è una notizia che ha una grande valenza.

    Ps: Villa Certosa non è più in vendita, Azz!!!

Leave a Reply