Sfiga

Gheddafi è assediato.
Mubarak è fuggito.
Sua nipote è nei guai in Italia.
Putin tocca ferro.

L’ultima risorsa dell’opposizione è nella maldicenza: e se Berlusconi portasse sfiga?

  

12 Comments

  1. fm
    Feb 19, 2011 @ 11:21:24

    Non ci sono più dubbi!

  2. spallanzani
    Feb 19, 2011 @ 12:24:38

  3. mara
    Feb 19, 2011 @ 12:41:30

    ma perché ha i polpastrelli rossi??

  4. fm
    Feb 19, 2011 @ 13:30:29

    Cattiva circolazione! Si “dipinge” giovane ma in realtà è vecchio. Gli è bastato alzare le dita per avere un ristagno circolatorio. Ciò significa che al cervello il sangue arriva con poca forza e ristagna… E lui CI governa!

  5. fm
    Feb 19, 2011 @ 13:31:51

    ps
    quello che ho scritto è biologicamente vero. I vecchi non sono saggi sono semplicemente …lenti

  6. fm
    Feb 19, 2011 @ 13:32:43

    e ciò fa credere che prima di parlare pensino. In realtà non pensano…arrancano tra i ricordi

  7. D'Artagnan
    Feb 19, 2011 @ 16:53:24

    E’ veramente allucinanta che per volere a tutti i costi colpire Berlusconi si offendono tutti i Vecchi d’Italia. Il discorso relativo all’arrivo scarso di sangue al cervello e del ristagno circolatorio e’ semplicemente frutto di una grande ignoranza. P.S allucinante.

  8. fm
    Feb 19, 2011 @ 17:46:40

    Scusa D’artagnan ma chi ha mai detto che Berlusconi è vecchio?
    Sei tu a pensarlo? A relizzare il pensiero?

  9. Tex Willer
    Feb 19, 2011 @ 19:59:46

    Tanto per ripristinare la verità: là dove non c’è buona circolazione di sangue la cute è pallida, non rossa. Le dita del clown sono semplicemente sporche.
    Aggiungasi che il pochissimo sangue circolante nel sistema vascolare del nostro, è tutto concentrato a livello pelvico, richiamatovi dal perenne priapismo indotto dal sistema idraulico impiantatogli dall’urologo e che gli consente di spacciarsi per grande amatore.
    Solo un principio di idraulica, per l’appunto e niente altro.
    Per quanto riguarda i vecchi voglio ricordare ad fm una canzone di Renato Zero:
    “…Spalle al muro quando gli anni son fucili contro,
    qualche piega sulla pelle tua,
    i pensieri tolgono il posto alle parole,
    sguardi bassi alla paura,
    di ritrovarsi soli…
    e la curva dei tuoi giorni non è più in salita,
    scendi piano dai ricordi in giù…
    …. Vecchio
    diranno che sei vecchio,
    con tutta quella forza che c’è in te…”.
    Rifletti amico fm, perchè il mio augurio è che anche tu un giorno possa esserlo… vecchio.
    Senza rancore.

  10. Massimo
    Feb 19, 2011 @ 20:20:24

    dietro si intravede un tailleur rosso…. secondo me scoloriva….

  11. torietoreri
    Feb 20, 2011 @ 18:43:46

    Corna e bicorna,
    aglio e TRAVAGLIO,
    fattura che non quaglia….

  12. Angelo
    Feb 21, 2011 @ 13:15:33

    fm, come disse Nonno Libero:
    “Ricorda, quello che io sono… tu sarai!”
    :-)

Leave a Reply