Vedi Praga e poi godi

Tre immagini non da cartolina turistica per raccontare una città meravigliosa come Praga.
Per strada i giovani distribuiscono volantini, come da noi. Solo che quelli di Praga non sono inviti per serate in discoteca, ma pubblicità di concerti di musica classica.


Ai bordi di un parco c’è un monumento che ricorda le vittime del comunismo: e a Praga se ne intendono, altro che Berlusconate varie.

Accanto c’è una targa che spiega che le vittime non sono solo quelle incarcerate o uccise, ma tutte quelle persone che si sono ritrovate con la vita rovinata dal regime.

La bellezza della semplicità me l’ero dimenticata, vivendo in un Paese dove nulla è lineare.

  

4 Comments

  1. marid@
    Gen 18, 2011 @ 11:16:44

    è bella, vivi un’altra dimensione… una strana sensazione. Ci tornerei volentieri domani !!!

  2. Maurizio
    Gen 19, 2011 @ 20:25:16

    …L’Italia: la Calabria dell’Europa!

  3. salvatore battaglia
    Gen 20, 2011 @ 15:54:10

    La città d’oro
    “Triste meriggio
    freddo raggio solare
    su gialla foglia”

    Ricordo di Praha (S.B.)

  4. Angelo
    Gen 20, 2011 @ 22:58:59

    Ma si! Distraiamoci dalla dura cronaca. Anch’io per distrarmi mi rifugio nei ricordi: “Vent’anni fa nasceva l’informazione di Mediaset. È l’unica maggiorenne tra le puttane di Berlusconi.” (da Spinoza.it).

Leave a Reply