Chiacchiere senza distintivo

Gli intoccabiliCi sono persone che, per presentarsi o per spiegarsi, usano frasi ad alto potere irritante (almeno per me). Ecco le prime che mi vengono in mente.

Dicono che sono una persona solare.
Non conosco le mezze misure.
Sono un tipo buono, ma quando mi incazzo…
Che ci vuoi fare? Dico quello che penso.
Io ti conosco meglio di quanto ti conosci tu.
Hai capito?

  

46 Comments

  1. abbattiamo
    Feb 17, 2009 @ 00:44:05

    D’accordo su tutto, tranne sul “sono buono, ma quando mi inc…”.
    Aggiungo una frase che detesto: “Cosa stai pensando?”. Una domanda che arriva sempre nei momenti meno opportuni, quando taccio e non voglio raccontare i miei pensieri nemmeno a me stessa.

  2. Anonimo
    Feb 17, 2009 @ 10:29:32

    E’ una ragazza acqua e sapone!

  3. c.
    Feb 17, 2009 @ 10:41:20

    Detesto e infilzerei con un palo rovente quelli che dicono:
    – che carinaaaaa questa maglietta. Io (o la figlia) ce l’ho uguale ma un po’ diversa
    – sei stanca, vero?
    – IO CONOSCO…. I conoscitori, quelli che conoscono sempre qualcuno
    – i non Siciliani che vegnono in sicilia e NE SANNO SEMPRE UNA PIU’ DI TE su dove mangiare, su dove andare

  4. faguni
    Feb 17, 2009 @ 10:43:39

    -Come volevasi dimostrare…non hai capito niente!!-
    Se ciò che ,a priori, voleva essere messo in luce era l’incapacità dell’altro-a
    a recepire un concetto, perchè sprecar tempo e neuroni.

  5. Stef
    Feb 17, 2009 @ 10:46:24

    Quelli che ti chiedono dov’è tuo marito quando ti vedono in compagnia di un altro.

  6. Mirko
    Feb 17, 2009 @ 12:54:23

    Sono uno che adora il freddo, il freddo secco. Perché invece quello umido…

  7. Antipatico con le a antipatiche
    Feb 17, 2009 @ 13:00:05

    “non dico per dire”.
    e allora, perché?

  8. gianni allegra
    Feb 17, 2009 @ 13:13:22

    “Non è una questione di soldi, è una questione di principio”: ma che strano, sono due questioni che coincidono.

  9. Gery Palazzotto
    Feb 17, 2009 @ 13:19:01

    Fantastici!

  10. abbattiamo
    Feb 17, 2009 @ 13:42:33

    Io odio anche “la più amata dagli italiani”. Che sia una showgirl, un’automobile, una cucina o un tipo di pasta. Se ne fa un uso indiscriminato e insopportabile.

  11. silvia
    Feb 17, 2009 @ 14:23:30

    Ti ho già vista da qualche parte…oppure no!… Somigli molto ad una persona che conosco… no nemmeno questo! Sei per caso amica di…?
    Insommma un tormentone senza fine.

  12. totorizzo
    Feb 17, 2009 @ 14:23:46

    questo umido penetra nelle ossa

  13. c.
    Feb 17, 2009 @ 14:29:55

    RICORDO PRIMA DI TUTTO A ME STESSO!

    (U fucassi – lo soffocherei)

  14. holdenC
    Feb 17, 2009 @ 15:17:29

    sai qual è qiella che mi fa più effetto orticaria (ed è una delle più gettonate negli ultimi tempi)?
    “Io sono una persona VERA”.

    meriterebbe punizione corporale

  15. Antipatico con le a antipatiche
    Feb 17, 2009 @ 16:24:38

    “è una bella persona”.

  16. ladispersadelsabatosera
    Feb 17, 2009 @ 16:31:16

    non ti preoccupare. Qualunque perplessità , preoccupazione o semplice questione tu esponga, c’è sempre qualcuno che per rassicurarti ( anche quando non ha alcun titolo per intervenire, nè per competenze nel caso specifico). Non ti preoccupare, intervengono, ci penso io. Stai pur certo che non cambierà nulla e proprio e quindi, preoccupati, o meglio, considera che l’espressione non è altro che un insopportabile e inutile interlocuzione. Quindi attivati autonomamente se non vuoi andare incontro a delusioni o fastidi. non è diffidenza, vi assicuro. Sarà capitato anche a voi sono certa.

  17. ladispersadelsabatosera
    Feb 17, 2009 @ 16:32:28

    scusate, nella foga ho commesso qualche errore, ma non preoccupatevi

  18. r.t.
    Feb 17, 2009 @ 16:33:11

    Non ti alzare. Resta un po’ con me.

  19. ladispersadelsabatosera
    Feb 17, 2009 @ 16:34:36

    sulla “bella persona, o bello/a dentro, sono d’accordo”, ma mi pare di aver letto già qualcosa qui qualche giorno fa.

  20. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 17:14:49

    Il palermitanissimo “Non c’è probblema”.
    Con tutte le sue varianti: “Ma che c’è, probblema?”; “Non ci sono probblemi!”; “Che probblema c’e?”; “Mi ha fatto probblemi”; “E qual è il probblema?”; “Abbiamo avuto probblemi”…
    Mi permetto di variare sul tema, ma non troppo: proprio in questi giorni c’è un suono e una sfilza di parole che mi causano le convulsioni alla stregua delle nefandezze che avete elencato. Non è una frase fatta, ma una musichetta con relativa canzone: parapapappa-parà… parappapappa-parà… parappappappa-parapappara… perché Sanremo è Sanremo! Quando la canticchia Baudo, con o senza l’accompagnamento del suo levriero siciliano maestro Pippo Caruso, sono preda di istinti simili a quelli di Norman Bates davanti alla tenda della doccia…

  21. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 17:15:58

    @la dispersa: ne avevo scritto io. Ma antipatico, si sa, fa lo gnorri. Altrimenti che antipatico sarebbe?

  22. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 17:16:40

    c’è=ci sono. Pardon!

  23. gianni allegra
    Feb 17, 2009 @ 17:31:03

    Variante palermitanissima slang di “Non c’è pobblema”: chi bbeni a ddiri”

  24. la contessa
    Feb 17, 2009 @ 18:00:22

    “io non vorrei dirtelo, ma guarda che…”. Generalmente preludio di confessioni non richieste e di conseguenti tragedie.
    Grazie, anche no!

  25. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 18:09:03

    “Ti dico… ma prendila col beneficio del dubbio…”.
    “Se vuoi sentire la mia…”
    “Non ti offendere, ma…”
    “Voglio fare l’avvocato del diavolo…”
    “Nessuno ti obbliga, ma…”
    “Stiamo parlando di massimi sistemi, eh?…”
    “E sottolineo…”
    “Incrociamo le dita… se son rose fioriranno…”
    “Se per assurdo…”
    “Lui/Lei però… e lo dico con tutto l’affetto possibile…”
    “Che discorsi… Non mi sembri nemmeno tu…”
    “Ma sei nervoso/nervosa?”.
    “Mi stai mettendo in bocca parole che non ho mai detto…”
    E chi più ne ha più ne metta.

  26. abbattiamo
    Feb 17, 2009 @ 18:11:41

    Fra poco non si potrà parlare più, perché in una di queste frasi bandite c’incapperemo tutti, prima o poi.

  27. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 18:13:42

    Per chi bazzica gli studi degli psicoterapeuti:
    “Aspetta, stai proiettando”; “Non proiettare su di me i tuoi problemi”; “No, è una tua proiezione”. Un popolo di proiezionisti. Manco fossimo all’Imperia.

  28. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 18:18:37

    @gianni allegra: una altrettanto superpalermitanissima e indecifrabile espressione di assenso: ‘nca chi.
    “Che è fatta sicca… mancu po’ stare ‘a gritta…”
    “‘nca chi… Io ti pare ca un ciu rissi? Mancia. ‘Un ci vuole sienteri”.
    “‘nca chi…”.

  29. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 18:19:42

    “Parlando inter nosssss…”
    Fermatemi.

  30. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 18:20:27

    “Tornando a noi…”

  31. il cacciatorino
    Feb 17, 2009 @ 18:20:50

    “Mi stava dicendo…?”

  32. Gery Palazzotto
    Feb 17, 2009 @ 18:22:46

    Maestro, coraggio. Che tra poco c’è Sanremo…
    che sarà pieno di belle persone solari (ricordate Mike Tyson?).
    Ue’ ragazzi, vi aspetto preparati domani, eh!

  33. gianni allegra
    Feb 17, 2009 @ 18:35:30

    (Minchia) io gliel’ho detto (minchia) che se lui voleva (minchia) giocare la schedina anzi minchia la bolletta doveva (minchia) giocarsi il milan uno fermo (minchia) anzi uno ics perchè (minchia) stavolta
    l’inter (minchia) non vince (minchia) manco con le bombe (minchia)

  34. mara marino
    Feb 17, 2009 @ 18:40:00

    assolutamente si, assolutamente no, piuttosto che

    usati, abusati sempre in qualunque contesto, il più delle volte in modo inappropriato.

  35. Antipatico con le a antipatiche
    Feb 17, 2009 @ 18:54:43

    io aggiungerei ancora:
    “Ti dico… ma prendila col beneficio del dubbio…”.
    “Se vuoi sentire la mia…”
    “Non ti offendere, ma…”
    “Voglio fare l’avvocato del diavolo…”
    “Nessuno ti obbliga, ma…”
    “Stiamo parlando di massimi sistemi, eh?…”
    “E sottolineo…”
    “Incrociamo le dita… se son rose fioriranno…”
    “Se per assurdo…”
    “Lui/Lei però… e lo dico con tutto l’affetto possibile…”
    “Che discorsi… Non mi sembri nemmeno tu…”
    “Ma sei nervoso/nervosa?”.
    “Mi stai mettendo in bocca parole che non ho mai detto…”
    E chi più ne ha più ne metta.

  36. Antipatico con le a antipatiche
    Feb 17, 2009 @ 18:58:53

    ciao cacciatorino.
    più che il festival, direi che oggi inizia la kermesse festivaliera.
    il termine kermesse esce fuori solo una volta l’anno dappertutto: giornali, telegiornali, talk show. improvvisamente sanremo diventa la kermesse.

  37. tere
    Feb 17, 2009 @ 22:41:36

    “te lo dico come una sorella”
    …io ho solo un fratell!!!
    e m’abbbasta

  38. faguni
    Feb 17, 2009 @ 23:22:29

    ” iddu ci rissi, rici, fa ”
    Quando!!!

  39. faguni
    Feb 17, 2009 @ 23:23:44

    E soprattutto…Cosa!!

  40. il cacciatorino
    Feb 18, 2009 @ 08:40:35

    @antipatico: sei un antipatico molto simpatico. Ieri ho visto la kermesse che se lo merita tutto un nome brutto come kermesse (così brutto che in effetti nessuno lo usa fino a Sanremo) e che dire? Siamo kermesse malissimo.

  41. ladispersadelsabatosera
    Feb 18, 2009 @ 11:57:25

    e che dire del dove? ho visto un film dove i protagonisti…ho letto un libro dove; è una storia dove; perchè un avverbio di luogo al posto di un sano uso dei pronomi?

  42. gianni allegra
    Feb 18, 2009 @ 13:47:02

    Vi ricordate “al limite”? Ogni tanto riaffiora… “Allora, ci vediamo?”, “Bah, al limite vengoo io”.

  43. il cacciatorino
    Feb 18, 2009 @ 20:30:55

    “Nella misura in cui”.
    “Un discorso ‘Altro’. Un sentimento ‘Altro’. Una realtà ‘altra’”.

  44. il cacciatorino
    Feb 18, 2009 @ 20:37:58

    “Scusa, perché non chiedi al negozio di Manlio? Se non c’è lui parli con Anna, lei va da Michele e glielo domanda”. Quando non conosci nessun Manlio, nessuna Anna e nessun Michele.

  45. gianni allegra
    Feb 18, 2009 @ 20:56:07

    E tu, come va? (Quel “come va?” a chi è rivolto, a tu?: dunque a occhio e croce dovrebbe essere “e tu come vai?”. Invece no: tu, come va? Boh.

  46. abbattiamo
    Feb 18, 2009 @ 21:04:51

    @dispersa: brava! Il “dove” usato a sproposito (che dilaga) è indecoroso.

Leave a Reply