Mai uno che stia al suo posto

Tutto pensavo di leggerre tranne: “Pelù attacca Renzi”. Ora mi manca solo: “Pupo riscrive il Dpef”. Oppure: “I Righeira bocciano la Merkel”. O ancora: “Pioggia  di emendamenti dalla Spagna (Ivana)”.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

2 commenti su “Mai uno che stia al suo posto”

  1. Vero, che ne pensi di “Berlusconi a colloquio al Quirinale”?
    Il massimo, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.