Ci sta

Per molti purtroppo non c’è controindicazione nell’averlo sempre tra le mani.

Sei triste, e ci sta.
Sei allegro, e un po’ ci sta.
Sei annoiato, e ci staaa.
Sei indaffarato, e velocemente ci sta.
Sei solo, e ci sta tutto.
Sei in compagnia, e tutto sommato ci sta.
Sei assonnato, e per l’ultima volta della giornata ci sta.
Sei appena sveglio, e per iniziare ci sta.

Ora sta a voi capire se si tratta di un pacchetto di sigarette o di un telefono cellulare.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

2 commenti su “Ci sta”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.