Almeno per il momento è stato scongiurato il pericolo di avere un Luciano Moggi giornalista.

Grazie a Raffaella Catalano.