Maledetto figlio di puttana

Una volta, quando lo intervistai, Michel Petrucciani mi disse: “Sono stufo di essere descritto a mezza voce come uno sgorbio che suona da maledetto figlio di puttana, io sono uno sgorbio che suona come un maledetto figlio di puttana”.
Ci pensavo ieri, mentre riascoltavo per l’ennesima volta She Did It Again. Ascoltatela anche voi alzate il volume e, se non lo avete mai sentito prima, fatevi un’idea di come volava sul pianoforte quest’omino sgraziato a cui la natura aveva tolto centimetri corporei e donato le ali dell’arte più sublime.

Bel jazz


Gaetano Riccobono, una delle voci più interessanti del panorama jazzistico nazionale, ha pubblicato un bel cd che piacerà anche ai non jazzofili. S’intitola “Fino a domani”, come la canzone che, per concessione dell’autore, potete ascoltare cliccando qui sotto.

[audio:http://www.gerypalazzotto.it/wp-content/uploads/2012/01/01-Traccia-01.mp3]

Il jazz sul bus

Musica sull’autobus a Palermo. Oggi, dalle 18 alle 20, sulla linea 101 in partenza da piazza Alcide de Gasperi, il “Carla Restivo Trio” (Carla Restivo al sax alto,  Carlo Purpura alla chitarra acustica, Federico Gueci al basso) suonerà jazz.
Mi pare una buona notizia per due motivi: primo, ascoltare musica è sempre un bel modo di impiegare il tempo; secondo, il concerto non costa nulla all’Amat perché è offerto dall’associazione siciliana “Musica insieme”.