Autore: Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

«Sei tu» la Persona dell’Anno 2006 secondo la rivista Time. Il settimanale, pubblicando in copertina un computer con uno specchio al posto dello schermo, ha scelto così di premiare tutti quelli “che hanno partecipato all’esplosione della democrazia digitale” usando Internet per diffondere parole, immagini e video. Sarà che la parola democrazia mi emoziona ancora, sarà […]

Leggi tutto

Con un magistrale sforzo di realismo la Camera nazionale della moda ha approvato un manifesto in cui si impegna a non utilizzare più modelle di età inferiore a 16 anni. Nel contempo stabilisce che prima di salire in passerella le lavoratrici dovranno presentare un certificato medico per dimostrare di non soffrire di “disturbi alimentari conclamati”. […]

Leggi tutto

E’ davvero Palermo la città più cool d’Italia? Secondo un articolo di Panorama della scorsa estate sì. Secondo il sindaco Diego Cammarata ovviamente sì. Secondo la campagna pubblicitaria che riporta il giudizio del settimanale su cartelloni intestati “Città di Palermo” sììì!!! Guardate bene l’etichetta di questo post: “Dubbi”. Cool vuol dire che l’aria è irrespirabile […]

Leggi tutto

Una delle figure più irritanti che incontro nella mia mezza età è il ladro di emozioni. Costui è un pericoloso manipolatore di realtà (plurale) che persegue fini strategicamente definiti: rubarvi un momento di felicità, togliervi l’esclusivo godimento di un frutto appena colto, spegnere ogni scintilla di entusiasmo. E’ un sordo che parla benissimo solo di […]

Leggi tutto

Come ogni anno… Questa frase mi ricorda la prima cazziata professionale che mi beccai, allora giovanissimo giornalista, dal mio maestro Salvo Licata. “Perché mai uno si dovrebbe leggere un articolo che comincia così?”. Ovviamente aveva ragione. E non sono i venti e passa anni trascorsi a rafforzare il convincimento, quanto la spossatezza che inducono certi […]

Leggi tutto

Dobbiamo farcene una ragione. Tra pochi giorni è Natale. La discussione potrebbe essere oziosa come l’estinzione delle mezze stagioni, la beatificazione dei giovani di una volta, ridateci la Dc, Baudo è sempre Baudo, il freddo secco non fa male quello umido sì. Ma stavolta c’è una variabile che, partita in sordina già da qualche anno, […]

Leggi tutto

La morte di Pinochet, seppure annunciata con lo stillicidio di bollettini medici e dichiarazioni di congiunti, sta innescando disordini e tensioni a Santiago. Non sono un esperto di politica estera, ma per riconoscere un dittatore non ci vuole una laurea. Basta seguire ciò che viene trasmesso dalle antenne del mondo, che non sono i tralicci […]

Leggi tutto

Ora per favore non mi chiedete “perché un blog?”. E’ già complicato trovare la giusta dose di solennità per celebrare un evento del genere senza cadere nel ridicolo: tutto vorrei affrontare fuorché la domanda di cui sopra.Benvenuti nella mia stanzetta virtuale. Più avanti vi mostrerò quella vera dalla quale vi scrivo (bel panorama e buona […]

Leggi tutto
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial