Autore: Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

C’è un piccolo miracolo che si compie non appena qualcuno si decide a raccontare una storia, per mestiere, per indole, per desiderio impellente, per vocazione, per missione. In un istante quella persona diventa tante persone e tante cose: diventa, per dirla con Patrick Modiano, un sonnambulo, un chiaroveggente, un visionario, un sismografo. Per questo è […]

Leggi tutto

L’articolo pubblicato sul Foglio. “Grazie al telefono la donna moderna elimina la paura delle emergenze e sa che può chiamare il suo medico o, se ce n’è bisogno, la polizia o i pompieri in meno tempo di quello che di solito impiega per chiamare la cameriera”. La nostra storia inizia nel 1905 con questa pubblicità […]

Leggi tutto

Ho installato a casa tre dispositivi collegati ad Amazon Alexa: un Echo, un Echo Plus e un Echo Spot. Ho anche installato due lampadine Philips Hue che dovrebbero essere governate dall’assistente vocale. E il “dovrebbero” già vi deve mettere sull’avviso. Questa non è una recensione tecnica, ma il minimo resoconto di un’esperienza di tre mesi. […]

Leggi tutto

Una breve storia vera. Breve purtroppo in quanto X, il suo protagonista, se n’è andato che era ancora giovane. Era un mio ex compagno di scuola, divertente e imprevedibile, uno di quelli che potresti definire tranquillamente dolce mascalzone, che vorresti accanto per un viaggio indimenticabile, per una cena all’una di notte, per una rimpatriata alcolica, […]

Leggi tutto

La vicenda dell’assoluzione di Ignazio Marino per la cosiddetta inchiesta degli scontrini mi ha fatto venire in mente un tipico corto-circuito del nostro meccanismo relazionale. Quando scoppiò il caso dell’allora sindaco di Roma, il Movimento 5 Stelle organizzò un linciaggio mediatico che al confronto una crocifissione sarebbe passata per un buffetto. Oggi, col senno di […]

Leggi tutto

Se fosse qui con me, chiederei al diavolo come ha fatto a progettare un piano così sottile con una materia così grossolana: mafiosi, tritolo, terra, carne, sangue, lamiere. Come ha fatto a ingannarci sbattendoci in faccia gli indizi, anziché nasconderli. Come ha fatto a immobilizzare la giustizia per tutti questi anni inventando piste di indagine […]

Leggi tutto

L’articolo pubblicato oggi su Repubblica Palermo. C’è qualcosa di grottesco nella richiesta del pizzo al teatro Savio di Palermo, a parte la ruvidezza criminale dell’atto in sé. La mafia e la cultura sono mondi drammaticamente distanti. L’artista e l’estortore appaiono come esseri provenienti da galassie diverse: il primo regala al mondo la sua visione, l’altro […]

Leggi tutto

Quando le cose sono troppe complicate, più che alla scienza conviene guardare all’arte per ottenere spiegazioni. Così, per provare ad argomentare il mio punto di vista sulla tragedia del Nanga Parbat in cui sono morti gli alpinisti Daniele Nardi e Tom Ballard, non mi viene nulla di meglio che prendere a prestito la frase di […]

Leggi tutto
Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial