Non so come finirà al Senato tra Pietro Grasso e Renato Schifani (anzi sì, ma lo tengo per me). Però la certezza è che tra i due, come figure istituzionali, come personaggi politici, come professionisti, come entità simboliche, c’è tutta la distanza che corre tra un Paese normale e un Paese spacciato.