La candidata che salva i “malati di chemioterapia”

Vorrei diventare la nuova fidanzata di Berlusconi, ma dopo le elezioni. Qualsiasi donna vorrebbe essere la sua amante. Il mio programma politico? Costruire un edificio in cui mettere i malati di chemioterapia.

Waima Vitullo, candidata per il Grande Sud di Francesco Storace alla regione Lazio, ha le idee chiare: “Gli italiani devono credere in me, non devono fermarsi all’immagine della bomba sexy della movida romana”. Siamo ai confini della realtà.
Ascoltate l’intervista di questa signora a Selvaggia Lucarelli e arrendetevi all’evidenza che ormai nei partiti, in certi partiti, dilaga il vizio del cervello in affitto. Equo canone, of  course.

  

3 Comments

  1. fm
    Feb 08, 2013 @ 08:37:09

    Mi sono ormai rassegnata a subire le decisioni di una certa parte degli italiani ancora per anni.

  2. Tex Willer
    Feb 08, 2013 @ 21:08:34

    Questo è un classico caso di ipossia cerebrale. Purtroppo non è l’unico.

  3. Mediomen
    Feb 08, 2013 @ 21:42:42

    Al peggio non c’è mai fine. Molto sconsolante essere rappresentati da queste persone, tanto più che con questa legge elettorale non possiamo evitarlo!

Leave a Reply