Barzellette

Non siamo barzellettieri.

La dichiarazione politica più dirompente dell’ultimo ventennio la pronuncia Angelino Alfano abolendo, con una barzelletta, l’esistenza di un partito fondato sulle barzellette. Come se Craxi avesse detto: il Psi non ruba. O Fassino: la sinistra non perde. O Pannella: i radicali non si fanno le canne. O Maroni: la Lega è coerente.
Il barzellettiere che nega di esserlo è un clown senza circo. Fa pena.

 

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

5 commenti su “Barzellette”

  1. attenti a sottovalutare angelino è sempre uscito indenne da sotto i cadaveri dei suoi maestri, e a volte con il coltello insanguinato in mano

  2. mi auguro di potere presto provare solo pena per questo individuo e quello che gli sta attorno. al momento, mi spaventano ancora. specie ascoltando le stesse barzellette dette da tanta gente “normale”, che combatte giorno giorno nel pantano in cui ci muoviamo, ma che non sembra capace di fare nessun collegamento tra questo e quello che lo ha originato. anzi, pensa che la medicina (amara, eccessiva?) sia stata la causa… ci vivono accanto, e votano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.