Piccola parentesi familiare.

Ieri io e mia moglie festeggiavamo due anni di matrimonio. Pensavamo di andare al ristorante, possibilmente un posto defilato per tenere a bada la mia agorafobia. Non abbiamo neanche avuto il tempo di pensare al luogo in cui cenare, che ci siamo ritrovati all’istante concordi su una felice soluzione alternativa.
La spiaggia.
In quattro e quattr’otto ci siamo imbarcati in questa specie di pic-nic, con il pesce crudo che piace a lei, qualche fritturina che piace a me e il vino che piace a entrambi. Ed è stato meraviglioso.
Sapete perché?
Perché non eravamo comodi, ma eravamo divertiti. Perché facevamo una cosa non moderna. Perché ascoltare il rumore del mare è infinitamente meglio di vegetare davanti alla tv. Perché due anni non sono trascorsi invano (ma questo è un dato personale quindi irrilevante).
La prossima volta che vorrete festeggiare qualcosa o qualcuno provate a farlo in riva al mare, o sul lago, o in aperta campagna. Fatelo con la sabbia nei piedi o con le formiche intorno, seduti su una pietra o sdraiati su una vecchia coperta. E magari fatemi sapere.

Fine della parentesi familiare.

Please follow and like us: