Come non si scrive

Dunque per cominciare, presupponendo che davvero si tratti d’amore, non sarebbe un amore galeotto anche se lui, di mestiere, insegue reati e cattivoni in quanto pubblico ministero: li avrebbero visti, esisterebbe più di un testimone.
Sarebbe, questo sì, un amore invidiato, considerate la sua bellezza, le sue forme, ma prim’ancora, per una volta tanto scrivetelo, sbuffano gli amici, la sua travolgente personalità, la sua prorompente simpatia.

Andrea Galli sul Corriere della Sera scrive un pezzo memorabile. Della serie: per non dimenticare come non si deve mai scrivere un articolo (molte le analogie con la vicenda dei calzini del giudice Leonardo Mesiano).

  

One Comment

  1. Tex Willer
    Mag 21, 2012 @ 12:22:11

    Un’altra laurea albanese?

Leave a Reply