Tante cose belle

Tra le foto del mio passato c’è questa, che non mi appartiene e non mi ritrae. E’ una foto che per la leggerezza del gesto e per il momento che ferma, mi è sempre rimasta in mente come qualcosa di vago e bellissimo. L’avevo vista una volta molti anni or sono, ero anche presente quando fu scattata, ma nulla di più. Poi, qualche giorno fa, ho chiesto ai miei due amici che sono immortalati nello scatto di averla. Perché? Perché mi piace, perché la voglio pubblicare sul mio blog. E perché – loro lo hanno appreso un po’ sbalorditi – fa in qualche modo parte del mio passato pur raccontando un’altra storia felice, la loro.
Quindi eccola qua.
Dobbiamo essere egoisti e spregiudicati con le cose belle.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

7 commenti su “Tante cose belle”

  1. E’ bellissima, Gery.
    “Egoisti e spregiudicati con le cose belle”, lo eleggo mio pensiero preferito.

  2. caro gery, quest’ultima battuta mi intriga. cioè “generosi e guardinghi con le cose brutte?”. nel senso credi sia meglio condividerle e maneggiarle con cura?
    scusa la mia pochezza di comprendonio e, se hai tempo e voglia, please explain.
    magari mi dai un suggerimento utile…

  3. però l’hai condivisa, ed in questa necessità (o questa voglia matta) l’egoismo si disperde…

  4. @antonella. Le cose brutte vanno diluite, come le cattive sensazioni. Almeno secondo me.
    @rosipa. Però sono stato egoista ad appropriarmene…

  5. uhmmm, si. ma, o le diluisci sino ad annullarne del tutto il cattivo sapore, o forse è meglio buttarle giù in un sorso veloce e poi cancellarne il gusto con qualcosa di buono ed entusiasmante. che le trasformi in un ricordo concluso.

  6. Grazie per le belle parole a questa foto che, evidentemente, mi fai apprezzare ancora di più e mi ricorda un giorno speciale della mia vita con Giancarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.