A volte ritorno

Rientro dopo una breve vacanza e colmo subito una lacuna: non vi ho ancora fatto gli auguri di buon anno. Rimedio subito e ringrazio pubblicamente quelli che mi hanno scritto via e-mail in questi giorni di festa.

Che sia un anno meno peggiore di quanto ci è stato annunciato.
Che sia un anno di giustizia.
Che sia un anno in cui i pagliacci riscuotano applausi solo al circo.
Che sia un anno che ci restituisca la normalità che ci è stata tolta.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

3 commenti su “A volte ritorno”

  1. Gery,
    grazie, tanti cari auguri di buon anno.

    Non c’è niente di più di cui augurarsi rispetto alla tua già attenta e caustica lista di auguri.
    Di più di tutti gli auguri, mi piacerebbe tanto che tutti, ma proprio tutti, i pagliacci – politici, giornalisti, esperti, pseudo-opinionisti, tuttologi veline…. – che troppo spesso ci capita di dover vedere in TV, finalmente, si potesse vederli solo al circo. Ma, sarebbero talmente tanti che forse neanche tutti i circhi del mondo basterebbero ad accoglierli. Poi, alcuni dovrebbero tenerli in gabbia con le bestie feroci!

  2. dal silenzio dei giorni scorsi, avevo immaginato che l’ampia libertà di metafora del post precedente potesse includere il fatto che – in compagnia della tua metà – tu fossi corso verso qualche luogo ameno dove trascorrere una piacevole parentesi! condivido tutti i tuoi auguri, che sono anche mie speranze. aggiungo i miei a te e ai frequentatori del blog, per un anno che le soddisfi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.