I party con o senza tea

In un’intervista al Giornale oggi Daniela Santantchè invoca i tea party come espediente per catturare elettori di destra. Il suo capo è già all’opera da anni coi party, notti e notti di duro lavoro. A lei non resta che portare il tea.

 

  

2 Comments

  1. Salvatore Battaglia
    Ott 13, 2011 @ 17:59:16

    La Daniela non si riferisce alle notti garibadine
    del Premier, ma alle leggiadre occasioni pomeridiane.
    piano bar e pasticcini.

  2. Tex Willer
    Ott 13, 2011 @ 21:23:20

    Ignoravo che anche il buon Giuseppe Garibaldi fosse un puttaniere nottambulo. Buono a sapersi.

Leave a Reply