Un’amica mi ha raccontato una storia che le è valsa il titolo di campionessa nel torneo mondiale delle gaffes.
In un negozio di vestiti, una ragazza che non conosceva le si è avvicinata e le ha chiesto un parere su un abito che stava indossando. La mia amica le ha detto che le stava bene. L’altra ci ha preso gusto e ha cominciato a provare altri capi chiedendo sempre un parere a ogni cambio. La mia amica l’ha consigliata secondo i suoi gusti, ovviamente. Questo sì, questo no, eccetera. Tutto è filato liscio sin quando, dopo una decina di prove, la ragazza si è presentata con un abito che decisamente non piaceva alla mia amica. “No, guarda, proprio questo lo eliminerei. Via! Via!”.
“Ma questo è il mio”, ha detto l’altra.

Please follow and like us: