Dei delitti e delle scene

di Filippo D’Arpa

Ieri Porta a Porta ha parlato dei recenti delitti italiani. Omettendo di parlare dell’omicidio di quattro leggi da parte degli italiani. Ne parlerà solo quando saranno identificati i 27 milioni che hanno accoltellato alle urne la politica di Silvio Berlusconi. Per l’occasione sarà ricostruito un plastico.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

3 commenti su “Dei delitti e delle scene”

  1. E’ come se noi cittadini non venissimo presi sul serio…come se il risultato di questo referendum fosse stato una insignificante casualità. Ma!
    Comunque ciò che mi fa male è sapere che a Palermo non si è raggiunto il quorum: non riesco davvero a capire la logica dei miei concittadini.
    Mirella

  2. Quelli che veramente gioiscono sono : le sette sorelle,i paesi arabi produttori di petrolio,i paesi confinanti che ci forniscono energia nucleare. Per quanto riguarda l’acqua i vari sindaci,tipo Cammarata che potranno continuare a gestire in maniera clientelare le municipalizzate.Il legittimo impedimento era già’ defunto per merito della corte costituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.