La domanda sull’abbigliamento

La vita è fatta di lampi.
L’altra sera mia moglie mi si presenta con due stivali spaiati. “Qual è meglio?”, chiede.
Io rispondo: “Quello di sinistra”, senza alcun sottotesto politico.
Lei sollevata: “Bravo!”.
In quel momento ho percepito la solidità di un sospetto che nutrivo da tempo. Quando le nostre mogli\compagne\fidanzate ci chiedono un consiglio che riguarda l’abbigliamento o, in generale, il look (che termine desueto, eh!), in realtà ci stanno sottoponendo a un quiz. Non è un parere quello che ci viene richiesto, ma una domanda secca. La risposta può essere esatta o, purtroppo, sbagliata.

  

11 Comments

  1. antonella
    Gen 31, 2011 @ 09:25:58

    beh sì, in parte è così. ma non per fare un test. in realtà noi in cuor nostro preferiamo già una cosa e avremmo fatto la nostra scelta, ma vogliamo dal nostro compagno una conferma che anche uno sguardo esterno concordi.
    e, se vuoi sentirti ulteriormente lusingato, pensa che il fatto che la si chieda è espressione di quanto si valuti la vostra opinione.
    insomma, un vostro no potrebbe anche far sorgere dei dubbi…

  2. Angelo
    Gen 31, 2011 @ 11:27:55

    Infatti, quando “non è giornata” rispondo: “ma se hai già la risposta, perché me lo chiedi?”
    Segue lettera (dell’avvocato…)
    :-)

  3. Vix
    Gen 31, 2011 @ 13:39:08

    @Antonella Un nostro no non fa sorgere dubbi ma un litigio …

  4. Angelo
    Gen 31, 2011 @ 16:17:59

    …del suo avvocato …

  5. antonella
    Gen 31, 2011 @ 17:00:21

    @Vix …magari una costruttiva discussione?

  6. Tanus
    Gen 31, 2011 @ 17:43:32

    Antonella,
    il problema è che in genere la risposta è dentro di noi, ma è quella sbagliata.

  7. la contessa
    Gen 31, 2011 @ 18:21:29

    Io andrei un po’ più in profondità. Punto primo: che stivali erano quelli che hai scelto? Erano nuovi, vero?
    La domanda magari era un modo subdolo per farti partecipe di una sua perenne, dolorosa e dispendiosa convinzione: ci sarà sempre un paio di scarpe migliore che lei ancora non possiede ma che potrebbe (dovrebbe!) essere suo.
    Attento, Gery caro, la prossima volta potrebbe non essere “bravo” il suo commento, ma qualcosa tipo: “Non sono convinta mi stiano bene, ma se a te piacciono…”. E allora saprai che quella è l’ultima volta che li vedi, quegli stivali.

  8. Cinema and Cigarettes
    Gen 31, 2011 @ 19:09:22

    Meglio scegliere uno stivale innocuo : )

  9. Mirella
    Gen 31, 2011 @ 22:18:25

    ….è che noi abbiamo le idee chiare su ciò che ci piace, ma vogliamo vedere quanto il nostro “lui” ci conosce..
    Mirella

  10. Vix
    Feb 01, 2011 @ 10:04:27

    Perchè ogni volta che mia moglie mi fa una domanda di questo tipo ho la percezione di essere sottoposto ad un interrogatorio di Polizia o, a secondo del tono, ad un concorso a premi ?

  11. La domanda sull’abbigliamento/2 | Gery Palazzotto
    Mag 17, 2011 @ 00:47:50

    […] dovere di cronaca registro un’importante variante a proposito della famosa domanda sull’abbigliamento di cui abbiamo parlato qualche tempo fa da queste parti. Stessa scena. […]

Leave a Reply