Deputati comprati

Berlusconi avrebbe comprato qualche deputato dell’opposizione. Stupore generale: sarebbero i primi soldi che investe in politica anziché in puttane.

  

11 Comments

  1. Tex Willer
    Dic 11, 2010 @ 09:39:20

    “Ma che mi dici mai” diceva il sorcio più famoso d’Italia.
    Viva la Repubblica delle banane, mentre nel mondo, con l’esclusione di Gheddafi e di Putin, si scompisciano per le risate.

  2. torietoreri
    Dic 11, 2010 @ 11:49:51

    Coi soldi si compra tutto, fuorchè la dignità. Il guaio è che i personaggi alla guida di questo governo sono riusciti ad addormentare in molti anche la coscienza del bene e del male.

  3. salvatore battaglia
    Dic 12, 2010 @ 05:35:20

    Mi permetto osservare che è dovere del Premier
    rafforzare l’esecutivo, e contrastare il voto
    di sfiducia al Governo.
    I parlamentari che sosterranno il Governo, puntellando l’attuale risicata maggioranza,non
    sono stati comprati. La loro una libera scelta
    perchè venga assicurata la governabilità e la
    prosecuzione del mandato popolare.
    Un percorso di responsabilità: è reato porre in
    essere iniziative responsabili?
    L’eventuale sfascio dell’attuale assetto politico
    imboccherebbe una crisi al buio.
    Si vuole portare alla rovina il Paese? Vedi
    Grecia, Irlanda, Portogallo.
    Meditate, meditate, gente…
    Buona Santa Domenica

  4. salvatore battaglia
    Dic 13, 2010 @ 11:21:04

    Corollario:

    A coloro che si indignano per i sentimni di
    re4sponsabilità di sinoli parlamentari pro il Go
    verno Berlusoni.
    Leggere con attenzione e rispetto l’art. 67 della
    Costituzione Italiana.
    Meditate, gente, meditate

  5. spallanzani
    Dic 13, 2010 @ 15:06:00

    ma nel caso in questione, che differenza c’è tra un deputato e una puttana?

  6. Gery Palazzotto
    Dic 13, 2010 @ 15:10:32

    il primo è uno statale, la seconda è una lavoratrice autonoma…

  7. Tex Willer
    Dic 13, 2010 @ 19:52:11

    A furia di meditare ho intuito che Berlusconi è il primo Presidente del Consiglio che raccoglie i “bisogni” della gente. Spazzatura di Napoli a parte.

  8. Erika
    Dic 15, 2010 @ 09:32:33

    Non abbiamo avuto abbastanza Sfiducia!

  9. Maurizio
    Dic 15, 2010 @ 11:25:30

    @S. Battaglia: vorrei farle notare l’effetto del significato delle parole nella comunicazione istituzionale per creare l’opinione di alcuni cittadini elettori: sono “traditori” (del mandato elettorale) coloro che lasciano B.; sono “delusi”, “responsabili” o “ravveduti” coloro che, diciamo, cambiano squadra nel corso della partita soltanto dopo che si sono assicurati l’estinzione anticipata del mutuo, la copertura delle spese di ristrutturazione dell’appartamento della vecchia nonna oppure si sono fatti finanziare una scuola Radio Elettra qualsiasi o, magari, una comoda poltrona da ministro, da viceministro oppure uno strapuntino da sottosegretario. Ognuno ha il suo prezzo: il problema è trovare il cartellino. E’ sicuro che si tratta di una libera scelta nell’interesse generale (di se stessi medesimi!) a spese del povero contribuente italiano. Come l’Alitalia del resto. Malgrado la campagna acquisti in vista del Natale di B., caro lei, è praticamente certo che nel corso del 2011 l’economia italiana andrà in “default”. L’economia italiana sarà, poi, salvata dalle ingenti risorse finanziarie – oltre 100 miliardi di euro all’anno – che aspettano di essere riciclate, di tutte le mafie che ammorbano l’Italia. Cosí, dopo aver pagato i politici, i mafiosi pagheranno anche gli stipendi dei magistrati, per buona pace di tutti. Infine, con l’approvazione del cosiddetto “lodo Alfano”, le primarie si faranno fra i capi dei mandamenti, delle cosche, delle ‘ndrine che finalmente potranno aspirare legittimamente a governare l’Italia per curarsi più da vicino i propri affari, grazie all’immunità. Buona fortuna.

  10. Maurizio
    Dic 15, 2010 @ 11:36:49

    @S. Battaglia: a proposito della Costituzione Italiana le ricordo l’art. 54: <>

  11. Maurizio
    Dic 15, 2010 @ 11:38:01

    Art. 54.
    Tutti i cittadini hanno il dovere di essere fedeli alla Repubblica e di osservarne la Costituzione e le leggi.I cittadini cui sono affidate funzioni pubbliche hanno il dovere di adempierle con DISCIPLINA
    ed ONORE, prestando giuramento nei casi stabiliti dalla legge.

Leave a Reply