Tu chiamale se vuoi tentazioni

Su internet si fa un gran parlare di queste chitarre costruite su progetto di un liutaio italiano, Galeazzo Frudua, in Corea.
Se non avessi una Paul Reed Smith che mi guarda con il broncio perché si sente trascurata ci farei un pensierino.

  

One Comment

  1. Anonimo
    Set 10, 2010 @ 09:42:01

    Azz. Io farei un gran parlare anche del chitarrista!
    Cl.r.

Leave a Reply