Siam pronti alla morte

Vi prego di credermi. Da un paio di giorni, da quando ho scattato questa foto in un aeroporto italiano, mi chiedo: chi sarà mai il creativo che colloca prodotto e modelli su una strada ferrata, pronti per essere maciullati?

  

12 Comments

  1. Emanuele
    Ago 25, 2010 @ 00:48:32

    “Anche tu puoi essere come loro” (è uno dei significati più nascosti dei messaggi pubblicitari). In questo caso non c’è molto da invidiarli…
    Ciao,
    Emanuele

  2. Candeloro
    Ago 25, 2010 @ 09:09:44

    forse e’ una di quelle pubblicita’ seriale, nella prossima si vedranno i due modelli maciullati e le travel bags intatte, del resto ormai sappiamo tutti che cio’ che conta e’ il prodotto..

    Candeloro

  3. la contessa
    Ago 25, 2010 @ 09:53:48

    @Candeloro: In questo caso, un testimonial d’eccezione, più credibile, noto al grande pubblico, sarebbe stato sicuramente più efficace. Berlusconi, per esempio, su quei binari lo avrei visto benissimo.

  4. silvia
    Ago 25, 2010 @ 11:59:17

    Partire è un pò morire, insomma.

  5. Maristella
    Ago 25, 2010 @ 12:05:14

    Ma qual è il posizionamento di questo prodotto???

  6. Mezzoblogger
    Ago 25, 2010 @ 12:25:19

    Io voto per la pubblicità seriale proposta da Candeloro.

    @Gery: quello che vorrei sapere io è se hanno veramente interrotto il traffico ferroviario per una pubblicità oppure se si sono seduti sui binari senza avvisare nessuno. Nel primo caso sarebbe uno scandalo, nel secondo un reato.

  7. spallanzani
    Ago 25, 2010 @ 17:57:02

    Mezzoblogger, l’ipotesi “fotomontaggio” come ti pare?

  8. Luca
    Ago 25, 2010 @ 21:57:21

    La butto lì, da profano di conoscenze tecniche sulle rotaie, ma non saranno binari dismessi dato che sembrano mancare le traverse? Se anche fosse così, la pubblicità chiederebbe uno sforzo di interpretazione eccessivo… In ogni caso l’idea del “siam pronti alla morte” resta troppo gustosa per rinunciarci :)

  9. Mezzoblogger
    Ago 26, 2010 @ 11:58:59

    @Spallanzani: è la prima cosa che ho pensato, ma se provi a ingrandire l’immagine e verificare i punti critici (capelli, mani) non trovi pixel bianchi, le ombre sono compatibili, la temperatura del colore è uguale.

    No, non è un fotomontaggio.

  10. totorizzo
    Ago 28, 2010 @ 09:00:39

    INVIDIA
    Sono così belli che se lo meriterebbero proprio

    @mezzoblogger
    ma chi sei, uno dei Ris?

  11. monachella
    Ago 30, 2010 @ 01:54:02

    La tua interpretazione è bellissima, sono certa che se avessi visto anche io questa foto avrei pensato lo stesso!

  12. Curva pericolosa | Gery Palazzotto
    Nov 24, 2010 @ 00:15:52

    […] (bleah!), giornale-gabinetto, doccia-shampoo, assisto al pericoloso riproporsi di una location non nuova ai lettori di questo blog. Vogliamo dire una volta per tutte che i binari della ferrovia non sono […]

Leave a Reply