Duri a morire

Ok, Steve Jobs è il guru telematico di questi tempi. Le sue creazioni hanno condizionato stili e comportamenti: si pensi alla rivoluzione dell’iPad.
Eppure il sistema operativo più diffuso rimane un altro.

  

6 Comments

  1. Mezzoblogger
    Ago 24, 2010 @ 01:05:59

    Beh, si stima una quota di mercato del 91,58% (fonte: http://www.onewindows.it/06/04/2010/windows-7-oltre-il-10-ma-windows-perde-quote-di-mercato/). Però c’è anche una contrazione.

    Le rivoluzioni sono lente. Specie se, come mi pare di ricordare, i buoni uffici di Bill Gates hanno costruito una rete solidissima di forniture alla pubblica amministrazione di mezzo mondo.

  2. Lupodimare
    Ago 24, 2010 @ 16:29:15

    Un altro dato che fa abbastanza inorridire é anche lo 0,52% di Windows 2000.

  3. Cinema and Cigarettes
    Ago 24, 2010 @ 22:39:48

    Se compri un PC, alla cassa riceverai in omaggio l’illusione di aver risparmiato. I creativi della Apple questo non lo sanno fare.

  4. paolo
    Ago 24, 2010 @ 23:13:29

    Meglio così, molto meglio così.

  5. spallanzani
    Ago 24, 2010 @ 23:14:48

    Quoto Paolo
    Meno siamo meglio stiamo

  6. Massimo
    Ago 25, 2010 @ 08:21:59

    Piccola – ma importante – precisazione. Sistema operativo della Sun: si chiama “SunOS” un sistema UNIX che gira su Sun SPARC. Quello che forse si intende é Sun Solaris, che é SunOS con una serie di pacchetti grafici e applicativi che lo rendono “moderno” e non per soli geek.

    Il sistema Apple invece é “OS X”, non Macintosh.

    Riguardo la rivoluzione: 16% é un livello che nessuno al mondo avrebbe mai considerato possibile, come possibile vedere Windows scendere al di sotto del 90%.

    Ricordiamoci anche che Windows gira sui computer degli uffici ed usati da corporates con programmi che praticamente impediscono di abbandonare Windows (esperienza diretta), impediscono anche fare un upgrade di Windows stesso (il piú diffuso é XP e MS ha cercato – inutilmente – di forzare la mano a passare a Vista (fantastico flop) e adesso su Windows 7 (meglio). Come? Annunciando la fine del supporto. Il mondo business ha risposto picche (e si vede).

    Non solo, nel computo della percentuale di diffusione Windows entrano: Bancomats et ATM (solo alcune banche cominciano adesso a basare i loro sportelli automatici su Linux), terminali di aereoporti, casse al supermercato, lettori di ID card, etc etc. Una bella fetta % della diffusione Windows proviene dal suo uso nei cosiddetti DUMB TERMINALS.

    La battuta che gira sovente, é che spesso di DUMB TERMINALS se ne vedono anche negli uffici, ognuno seduto al proprio cubicolo ma quello é un altro discorso.

    Il 16%.16 del grafico di sopra per Mac OS X é usato su PC (si, anche il Mac é un PC, e ancor di piú adesso che ‘gira’ Windows in maniera nativa), si stima che piú del 16% di istallazioni Windows non abbia mai visto un “umano” interagire col sistema ma ‘gira’ un programma solo (gli orari di arrivo dei treni), ma solo un tecnico che lo faccia ripartire ogni volta che si blocca.

    Altro dato degli ultimi anni é la crescita di Linux: piú alternative ci sono meglio per gli utenti.

    Ultimi due laconici commenti:

    Balmer, la cosa migliore per gli utenti NON-WINDOWS che poteva capitare

    IBM, anche questa al suo picco veniva indicata come IMPOSSIBILE ad essere detronizzata. Microsoft é l’IBM degli anni 90/00. La discesa continua.

Leave a Reply