Questi radical chic

di Verbena

Non confondeteli con gli snob. Sono un’altra cosa. I radical chic hanno le loro regole e si guardano bene dal confessarselo a vicenda. Hanno la loro cucina, la loro musica, i loro tic. I loro  accenti tonici e acuti, il loro sesso e la loro castità.  Pure i loro vizietti hanno, i radical chic. Mi dicono che io sia una di loro. Ma non ne sono poi così convinta.

I radical chic…

Il logo della Apple, anche incollato sulla Moleskine.

Sofri padre, Sofri figlio, Gassman nipote.

La bella scrittura, la sana frittura, la tv iattura.

Mai  provato il miele di acacia sul pecorino di fossa?

Fazio, Littizzetto, il Comunicattivo.

No alle griffe,  si al vintage (di lusso).

Il pilates e il tantra (lo yogi si è formato in India).

Truffaut, Corto Maltese, gli Abba.

No al fondotinta satinato,  si al kajal verdeblu.

Mai provato lo spezzatino di seitan?

Hemingway, Murakami, i poeti francesi.

Il cavatappi Alessi e la macchina del pane.

L’erba buona, il vino buono, il sesso buono.

Scalfari, Mina, Guzzanti (Sabina).

Cuoio, seta, cachemire.

Sushi, sashimi e tofu.

I senza dio, la frutta bio.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

176 commenti su “Questi radical chic”

  1. @tanus: caro, io quella roba la seguivo prima di diventare R. C.
    Ammesso che io sia veramente R. C.
    Ma se mi guardo bene dentro credo di NO!
    Ah: Orlando e Orlandismo sono estremamente R. C.
    Cammarata e Cammaratismo sono W. C.

  2. @ Fratello Cacciatorino:Rutelli con colombella dove lo piazzeresti? e Bertinotti e consorte salottiera?e la biondina Melandri nata a New Jork e che vacanzeggia alle Eolie?E la direttora del tg di raitre?E i figli di.. pronti a partire per le crociate ideali ma solo se sono ideali?E i sessantottini accutturati che hanno creato il deserto attorno a sè? I film di Bertolucci e tutta la gamma dei francesi sono chic,meglio Kurosawa.
    ps. in quanto al sesso una radical ( il radical è impegnato a stare sotto l’ombrellone e a leggere recensioni per poi fare i riassuntini) preferisce le cose ruspanti per sentirsi democratica ed esercitare il proprio magistero: effettivamente il film della WERT rende l’idea.

  3. Comunque io sono certo di non essere RC.
    E’ lo chic che mi manca, sicuramente.

    Oddio, non vorrei, con questa dichiarazione, essere definito RC.

  4. Lui pigro, svogliato (sicuramente con la partner abituale, galvanizzato dalla nuova di turno). Lei attiva, inquieta (quindi annoiata), sensibile ai cambiamenti.
    Entrambi bisognosi di conferme, lo fanno come se si guardassero continuamente allo specchio.

    Si va delineando il RCS (Radical Chic Sex).

  5. @Silvia:
    secondo me la vera coppia RC (obbligatoriamente clandestina) è mista. Nel senso della provenienza sociale.
    Nelle due declinazioni:
    1)Lui le legge poesie, di cui è autore, al chiaro di luna. Lei, grezza e annoiata, arrampicata in perizoma con pon pon su altissimi sandali con zeppe 22: “Curò spicciati ca’ aiu chiffari e mi ste’ ddummiscennu”.
    2) Lui scaricatore di porto, pullover di peli fino alla pianta dei piedi. Lei, insegnante di greco classico, studi alle Ancelle o giù di lì: “ohhhhhhhhhhhhhhhddioooooo mioooooooo”.

  6. @do:cara, gran parte di quelli che LEI ha nominato vanno per me oltre il R. C. Sfiorano il surreale. Che può spingere tanto alla risata amara quanto all’odio malamente represso. La Melandri (l’imitatrice di D’Alema in falsetto) è per me la più indigesta. E’ R.C. non tollerare certi R.C.?

  7. In tema, non dimentichiamo che la Melandri è stata beccata alle feste di Briatore.
    E all’inizio aveva anche negato di esserci stata.

  8. @caro ccto: evitiamo l’odio represso, meglio guardarli in faccia con un sorriso di sufficienza o non guardali proprio per nulla.

  9. Leggo in ritardo e, da radical chic, salvo: la bella scrittura, la tv trash (io mi giustifico dicendo che guardo attraverso la mia griglia critica, in realtà sbavo quando a “C’è posta per te” la De Filippi, fingendosi compartecipe del suo strazio, infierisce contro una bruttona cornificata), Littizzetto, Truffaut (tutto, proprio l’integrale truffauttiano: maestro Cacciatore, difendimi!!!), gli Abba (alcune cose), la macchina del pane (vorrei averla, magari la uso una volta poi mai più), il sesso-sesso (ma che cos’è il sesso buono? esiste il sesso buono? tipo: scusa, caro, girati di qua, potresti cortesemente voltarti di là, dimmi cose porchissime purché in francese?), Mina (perdonatemi, ma sono figlio di “miniani” e l’ho ascoltata dal vivo sei o sette volte).

  10. @ Cacciatorino: la fenomelogia dell’Oki è straordinaria, chapeau:-)
    cmq l’Oki è fantastica, ti depressurizza lo stomaco tanto quanto l’Aulin, è meno efficace, ma sa di un menta fresca irresistibile.
    Saltando di palo in frasca:
    Ma quanto sono RC i tomi semiotici di Umberto Eco?
    I solarium nel cuore di Catania
    La musica elettroacustica
    Bollani invece che Allevi
    Pausa pranzo con le barrette sostitutive più costose e salutiste che ci siano
    Le pastiglie digestive dell’erboristerie (che sono efficaci tanto quanto l’acqua “cirusa” della nonna)
    le Camper modello per neonati
    la Lemon soda

    ma cosa non è assolutamente RC:

    comprare un carrello di pezzi da Tezenis con i saldi

    la bomboniera di nozze: portacenere di cristallo scarso, con incisi i nomi degli sposi

    i gioielli Swarosky (i)

  11. Battezzare il cane con un nome proprio di persona: Alberto, Giulio, Ugo… Meglio se è un bastardino di taglia media preso al rifugio.

  12. @Verbena:
    la domanda sorge spontanea… come fai a sapere tutte queste cose sugli RC, persino le più intime?

    Psicologa o RC pentita?
    (risolino di sottecchi)

    A proposito. Sarà più RC usare le faccine/emoticons o non usarle?

  13. Dimenticavo:
    spero che a nessuno venga in mente di spiegare il sesso buono secondo CL o peggio, secondo il PDL.

  14. Tanus, psicologa io? Una paziente tipo semmai. Credo invece di avere una buona capacità di osservazione sociale. Quanto ai RC, ne conosco tanti, troppi. E qualcuno non ne è neppure consapevole.

  15. Cara Verbena,
    anch’io sono un acuto osservatore delle varie umanità.
    In fondo mi piace la gente, capire cosa pensa, come si comporta e perché.
    A volte sono in grado anche di eseguire una decente imitazione, alla Alighiero Noschese.

    Riguardo agli RC, non sai quanto ti capisco.
    I soggetti più interessanti, di una categoria, sono proprio quelli che non sanno di appartenervi.

    Attendo con ansia il seguito…

  16. scusse, Cacciatorino, lei che ha scritto contro “memorie di adriano” della yourcenar. lo ha mai letto?

  17. No.
    Ma non ho nemmeno scritto contro. Ho detto che lo amano i radical chic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.