Effetto sorpresina

Atteso come l’acuto finale all’opera, è arrivato l’anatema di Berlusconi sui casini combinati dai suoi accoliti: c’è una congiura dei pm. Che è come incolpare l’albero, col cui legno è stata costruita la croce, della morte di Gesù Cristo.
A poco valgono i distinguo di Bossi e Fini, un duo ormai accomunato solo dal nome di una triste legge sull’immigrazione.
Il premier deve gorgheggiare come il suo pubblico si aspetta, incurante della profonda differenza tra il canto e la polemica, tra l’arte e la politica. Del resto, a parte che nel calcio, l’effetto sorpresa affascina solo chi ha il culto del bello. E con Berlusconi siamo fuori tema.

  

3 Comments

  1. Abbattiamo
    Mag 06, 2010 @ 14:07:41

    Mr B. non ha il culto del bello. Ha il culto del belletto. Che è tutt’altra cosa.

  2. Tanus
    Mag 06, 2010 @ 15:51:29

    Anche delle bocce, bellocce.

  3. Floriano
    Mag 06, 2010 @ 16:33:29

    Quando si dice la Congiura degli innocenti

Leave a Reply