Micciché uno e due

Gianfranco Miccichè sul suo blog attacca Giuseppe Castiglione (che non può difendersi telematicamente, perché il suo sito è fuori servizio).
Passa qualche minuto e Micciché ci ripensa: propone un’altra versione, molto ma molto più edulcorata, del suo pensiero.
Però su internet le ciambelle non hanno buchi. E le tracce restano.
Ecco il primo Micciché pensiero (cliccateci sopra per leggerlo).

E il secondo, quello che è online adesso.

Da ammirare l’esercizio di stile: capriola, avvitamento, altra capriola e ingresso in acqua perfetto.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

6 commenti su “Micciché uno e due”

  1. La domanda s’impone, la prima versione é del Micciché cocktail martini e la seconda del Micciché partitella a tennis?

  2. ah é vero ;-) Si vede che manco da Palermo da piú di 20 anni… le cose locali le vivo di riflesso… Ma Cammarata allora, si riflette in uno specchio o no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.