kja&fq/§ow#iu*hywp°

Chiedere al presidente della Repubblica italiana di combattere con tutto il suo peso istituzionale le scelte dissennate di un esecutivo ebbro di onnipotenza è una follia.
E ciò per due motivi.
Primo. Il ruolo del capo dello Stato è – come molti esperti tra voi mi insegnano – rappresentativo e poco influente.
Secondo. Giorgio Napolitano è un maestro nell’arte dell’ovvio. Un acrobata da cintura Gibaud e sandali del dottor Scholl. Il presidente di tutti gli italiani, ma soprattutto di quelli sonnambuli.
Basti notare come  ha “fatto irruzione” (le virgolette non stanno lì a caso) nel gran casino delle indagini di Trani: “Rispettare le indagini e le ispezioni” ha detto dopo averci pensato su una settimana. Che è come dichiarare che il pane fa bene ma fa anche ingrassare. O che il mattino ha l’oro in bocca ma che dormire fino a tardi è una goduria. O che il freddo secco è un’altra cosa rispetto a quello umido.
Non c’è niente da fare.
Nonostante il cliché che i giornali riesumano in questi casi (monito di Napolitano), nel migliore dei casi il Presidente suscita uno sbadiglio. Nel peggiore – almeno nel mio caso – stimola una riga che però leggerete censurata: kjahfq§owiu*hywp°ofkn#mv.cnçzx[v,mzbx%fh$jasGD£HJ=§vz.

  

4 Comments

  1. FdB
    Mar 18, 2010 @ 03:22:17

    Beh.. chi ha detto che il Capo dello Stato è poco influente? Si tratta pur sempre di un uomo che presiede esercito e magistratura e con una forte influenza sulle Camere. Nessun costituzionalista serio credo che penserebbe al Presidente della Repubblica come a un ruolo meramente rappresentativo.
    Ti seguo spesso e so che in Italia il Presidente è poco considerato, hai ragione.
    Forse ci accorgeremo dei reali poteri del Capo dello Stato quando, magari nominato dal centrodx nella prossima legislatura, vorrà esercitarli appieno…

  2. Gery Palazzotto
    Mar 18, 2010 @ 09:39:10

    Gentile FdB, ho semplificato per non rendere il discorso farraginoso: mi perdonino gli esperti. Di fatto il capo dello Stato, in una Repubblica parlamentare, ha un peso non certo determinante. Come dimostrano i recenti accadimenti italiani.

  3. Tanus
    Mar 19, 2010 @ 10:18:28

    Esercizi:
    1)Quesito:La mamma da a Mario 3 mele. Mentre va a scuola Mario ne mangia una.
    Quante mele rimangono a Mario?
    Risposta: A Mario rimangono 2 mele.

    2)Quesito: Un giornalista chiede a Napolitano
    se considera la campagna elettorale per le regionali lontana dai problemi dei paese.
    Cosa monita Napolitano?

    Risposta: Napolitano monita: “Ritengo sia mio dovere e impegno il richiamo al superamento della conflittualita’ che allontana dalla considerazione obiettiva dei problemi del paese

  4. Tanus
    Mar 19, 2010 @ 10:23:44

    da=dà

Leave a Reply