Il mare d’inverno

Non è vero che “il mare d’inverno è solo un film in bianco e nero visto alla tv”. E’ molto meglio.

Le foto sono di Daniela Groppuso, il mare è quello di Ustica.

  

25 Comments

  1. silvia
    Gen 25, 2010 @ 08:45:23

    Bello il pezzettino di mare che spunta dalla finestra.
    Bellissime le tue foto, Daniela, e poi con un soggetto così!

  2. silvia
    Gen 25, 2010 @ 08:48:12

    “La casa con gli occhi azzurri”…

  3. la contessa
    Gen 25, 2010 @ 09:50:30

    Canzone fantastica, ma preferisco la versione di Loredana Bertè.

  4. paolo beccari
    Gen 25, 2010 @ 10:28:36

    Grrrr…. sto rosicando d’invidia! Ma almeno avete pedalato un pò o la Ceres ed il vostro romanticismo hanno avuto il sopravvento? Che bella Ustica d’inverno!!!

  5. jana
    Gen 25, 2010 @ 10:34:39

    Meraviglia di foto…e di fotografa!

  6. Abbattiamo
    Gen 25, 2010 @ 10:42:33

    Bravissima. Foto magnifiche. Fanno venire voglia di mare anche con questo freddo.

  7. verbena
    Gen 25, 2010 @ 12:19:35

    Fantastiche!

  8. Daniela
    Gen 25, 2010 @ 15:30:01

    Grazie a tutti, davvero.

  9. il cacciatorino
    Gen 25, 2010 @ 16:45:26

    A costo di sembrare noioso, dico che hai un talento fotografico notevole.

  10. Tanus
    Gen 25, 2010 @ 17:18:06

    Sto preparando un adesivo da mettere dietro le spalle:
    L’invidia Mi Uccide.
    (Rido, non metto la faccina per rispetto al Maestro Cacciatore).

    Brava Daniela.
    Bellissima la foto, bellissimi i posti. Mi hai fatto venir voglia di tornarci.

  11. fm
    Gen 25, 2010 @ 17:28:47

    Tanus mi prenoto per un adesivo. Anch’io muoio d’invidia. Ma come fate? A me vengono sempre schifezze sfocate e storte. Complimenti!

  12. giusicilia
    Gen 25, 2010 @ 19:59:09

    che bella!
    mi ha fatto venire nostalgia del mio angolo di mare a licata,selvaggio e meraviglioso

  13. Daniela
    Gen 25, 2010 @ 20:11:07

    Grazie ancora a tutti, ha detto ben Silvia: con un soggetto così e con una buona macchina fotografica…

    @Paolo: Aperitivo al Carpe Diem. E ho detto tutto.

  14. il cacciatorino
    Gen 25, 2010 @ 20:49:41

    Be’, è anche vero che se un soggetto così e una buona macchina fotografica li date a me vi ritrovate con la foto sfuocata di un piede o di un pezzo di pietra. Ci vuole anche un po’ di arte, suvvia.

  15. Daniela
    Gen 25, 2010 @ 21:01:33

    Cacciatorino, quanto mi piacerebbe fotografarti…

  16. il cacciatorino
    Gen 25, 2010 @ 21:25:04

    Non è una cosa impossibile.

  17. silvia
    Gen 25, 2010 @ 23:03:28

    Smettetela di flirtare voi due, sono gelosa!

  18. il cacciatorino
    Gen 26, 2010 @ 10:07:57

    Non esageriamo.

  19. paolo beccari
    Gen 26, 2010 @ 12:18:52

    @ Daniela: se tu fotografi Cacciatorino io poi fotografo te:-) Che ne dici?

  20. Tanus
    Gen 26, 2010 @ 12:34:45

    Se volete io fotografo Paolo che fotografa Daniela che fotografa Cacciatorino con una Colt nella destra e due Morgan nella sinistra. Poi sullo sfondo mettiamo uno specchio dove risulto pure io riflesso e quadriamo il cerchio.
    Si accettano volontari che fotografano la scena dall’alto (Brunetta escluso naturalmente).

  21. il cacciatorino
    Gen 26, 2010 @ 12:43:32

    Tanus, sei un filosofo dell’immagine!

  22. Tanus
    Gen 26, 2010 @ 12:57:20

    Più che essere un filososo immagino.

    In realtà immagino che Lei caro Maestro si stia prendendo giuoco e (sol)lazzo di me.
    Non mi resta a tal punto che spengere la luce e defilarmi in silenzio con un’appendice pelosa in mezzo alle gambe (figurativamente si intende).

  23. il cacciatorino
    Gen 26, 2010 @ 13:01:45

    Invece mi diverto molto quando leggo: “Brunetta escluso, naturalmente”.

  24. Tanus
    Gen 26, 2010 @ 14:25:06

    Ed io rido di gusto, naturalmente.

  25. rosipa
    Gen 27, 2010 @ 15:10:25

    Belle queste foto, soprattutto quella di copertina. I colori, la prospettiva, il cancello socchiuso, la bici poggiata al muretto. Viene voglia di respirare quell’aria pulita, di fare un pieno di natura. Complimenti, da una che cammina con la sua piccola ma affidabile digitale sempre con sè, insieme alle chiavi di casa, innocenti pizzini, qualche elastico per i capelli miei e di mia figlia.

Leave a Reply