E sai cosa bevi (o no?)

So che se ne parla da tempo, però io non l’avevo ancora vista esposta in un supermercato.

  

28 Comments

  1. gianni allegra
    Gen 18, 2010 @ 16:04:56

    Ricordate che negli anni settanta c’era una lacca che nello spot veniva magnificata con una canzoncina che diceva “fissa libera, fissa bella”? Si disse che il pubblicitario inventore del (malizioso) motivetto era palermitano: boh, chissà se è vero. Ma il pruriginoso gioco di parole si rivolgeva solo ai suoi concittadini?

  2. Abbattiamo
    Gen 18, 2010 @ 17:27:19

    Il Cacciatorino l’ha bevuta. Cacciatorino, ci dici com’era?

  3. la contessa
    Gen 18, 2010 @ 17:29:36

    Abbattiamo, non so perchè, ma me lo aspettavo. Anche le caramelle “sukajna”, del resto, sono una sua scoperta.

  4. Tanus
    Gen 18, 2010 @ 17:31:17

    E io che pensavo che dopo averla bevuta ti ritrovassi stanco. Questa è a base di guaranà, dovrebbe fare l’effetto inverso.

    @Cacciatorino:
    dicci, eri più risollevato o più abbacchiato dopo?

  5. Tanus
    Gen 18, 2010 @ 17:32:28

    Io preferivo le caramelle alla carruba, erano perfette per incollare i francobolli.

  6. pirsimona
    Gen 18, 2010 @ 18:18:43

    Non sanno più cosa inventare per vendere qualcosa! Suppongo che la bevanda sia riservata a un pubblico di soli uomini… oppure anche noi donne possiamo assaggiare? Mah

  7. la contessa
    Gen 18, 2010 @ 18:19:43

    @Pirsimona: questione di gusti…

  8. il cacciatorino
    Gen 18, 2010 @ 20:05:21

    Sì, come giustamente avverte la nostra Abbattiamo, una sera ho bevuto della Fi-ga, bevanda a base di guaranà. Devo dire che non mi ha fatto nessun effetto. Prego astenersi da battute maligne. Mi fa di più il redbull. Riprego astenersi da battute maligne.
    @Contessa: rido molto. Anche per le Sukajna. Che fra parentesi sono buonissime!

  9. Abbattiamo
    Gen 18, 2010 @ 20:16:41

    @Tanus: a me le caramelle alla carruba da bambina mi si appiccicavano al palato o tra i denti di sopra e quelli di sotto. Una tortura. Ma mi intestardivo a provarci. Risultato: ho quasi rischiato varie volte la morte per soffocamento.

    @la contessa: ieri la scorta di Sukajna l’abbiamo quasi esaurita. Promettiamo rapido rifornimento. Deve provarle anche lei, cara contessa. E’ un’esperienza particolarmente…

  10. Abbattiamo
    Gen 18, 2010 @ 20:18:07

    @pirsimona: aspetti, prima di assaggiare la fi-ga. Di questo passo credo che presto faranno anche la versione per donne. E’ inutile dirle come si chiamerà.

  11. il cacciatorino
    Gen 18, 2010 @ 20:20:46

    Caz-zo.
    Bevanda alla banana.

  12. la contessa
    Gen 18, 2010 @ 20:22:46

    @cacciatorino: questa la togliamo dal verbale. Non è alla sua altezza, mi consenta.

  13. il cacciatorino
    Gen 18, 2010 @ 20:29:43

    Be’, anche voi, però…
    Comunque, domando scusi. Troppe Sukajna.

  14. il cacciatorino
    Gen 18, 2010 @ 20:31:11

    Però non capisco lo stupore sulla Fi-ga. Mi sembra strano che nessuno degli uomini qui, oltre me, l’abbia assaggiata. Questa bevanda al guaranà.

  15. giusicilia
    Gen 18, 2010 @ 20:32:37

    @Abbattiamo:chissà se ci sarà anche una versione sudamericana per i marrasu?

  16. Gery Palazzotto
    Gen 18, 2010 @ 20:57:31

    Maestro Cacciatorino, davanti a un intenditore noi dilettanti ci tiriamo indietro. Ci intimorisci…

  17. Tanus
    Gen 18, 2010 @ 21:16:36

    Nei paesi centroamericani è diffusa anche una bevanda che si chiama Chica. L’origine del nome è dovuta alla tipologia di preparazione. E’ un po’ come la Kava polinesiana, solo preparata da fanciulle, diciamo così, di bocca buona.
    La dovrebbe provare Maestro, poi ci dirà.

  18. Tanus
    Gen 18, 2010 @ 21:22:17

    @Abbattiamo:
    dove si trovano queste Sukajna… vorrei anch’io una botta di vita, chissà che con un paio di kilate…
    A proposito, a quanto vengono al chilo?

  19. il cacciatorino
    Gen 18, 2010 @ 21:58:11

    @tanus: Le Sukajna lo so anch’io dove le vendono, ma mantengo il riserbo. Chissà che però non ne porti una manciata al corso…

  20. il cacciatorino
    Gen 18, 2010 @ 22:00:22

    http://www.pastiglieleone.it/prodotti.php?tipo=6&id=2

    cercate e qualcosa troverete. Scommetto che molti non ci credevano.

  21. Tanus
    Gen 18, 2010 @ 22:48:05

    Avevo trovato il catalogo della Leone. Pensavo fosse una specialità “siciliana”, ho scoperto invece che esiste una radice di Sukaj. Che non è un tempo coniugato al passato remoto come qualcuno malignava, ma una varietà di liquirizia .

  22. jana
    Gen 19, 2010 @ 11:15:15

    Rido molto?? Ma molto, molto di più. Attrezzatevi, attrezziamoci, secondo me ci sono i presupposti per sostituire con successo analisti, centri benessere, terapie di ogni sorta per la lotta a depressione e simili. Qui, ci si diverte!

  23. Tanus
    Gen 19, 2010 @ 11:59:16

    Bene… si stenda sul lettino.
    Vuole una caramellina oppure una bevandina rigenerante?
    Niente paura è tutta roba sana, testata da Maestro Cacciatorino in budello pirsonalmenti, e pubblicizzata dal signor Mike sul Mont Blanc.

  24. il cacciatorino
    Gen 19, 2010 @ 12:04:00

    Rientro ora a casa. Ho acquistato 3 etti di Sukajna. Dico sul serio. Mi piacciono moltissimo. Freud mangiava Sukajna. Lo giuro.

  25. Tanus
    Gen 19, 2010 @ 12:19:23

    Maestro Cacciatorino, si ricorda queste?
    http://www.claudiocostantini.it/ricordi/immagini/xamamina.jpg

  26. il cacciatorino
    Gen 19, 2010 @ 12:28:01

    Come no! Ricordo anche che non facevano nulla, in questa versione.
    O svenivi anestetizzato o vomitavi dopo cinque minuti di viaggio.
    Ma se apriamo il capitolo pastiglie e farmaci di una volta, hai voglia: dalla zigulì al betotal al flaconcino di vitaminico gusto fragola che premevi sul tappo e liberava una polverina bianca. Non mi ricordo il nome: qualcuno sì?

  27. Tanus
    Gen 19, 2010 @ 12:36:27

    Taurovit?

  28. silvia
    Gen 19, 2010 @ 13:22:15

    Freud beveva Fei-ge.

Leave a Reply