Diciamo parolacce che non offendono più

Qui trovate uno spunto di riflessione sul degrado della lingua italiana.

Grazie a Verbena.

  

23 Comments

  1. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 12:26:13

    Scurati che dice: «una sorta di compulsione bassomimetica è la manifestazione più evidente del clima di basso impero in cui viviamo» per me è altrettanto osceno.

  2. gianni allegra
    Gen 15, 2010 @ 12:49:17

    bassomimetica: si cela in basso?

  3. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 13:05:33

    Forse parlava dei suoi orribili sandali. So quello che dico.
    Comunque, anch’io ogni tanto mi sento bassomimetico.
    Devo preoccuparmi?

  4. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 13:14:32

    Farò un giro di e-mail, per convocare un brainstorming con relativo workshop sulla bassomimetica. Se possibile faremo una videoconference, al limite una call, avete messenger? L’importante è capire il target che ci siamo prefissati per ottenere il max effort gia allo start up. Faremo una seria analisys sul roll out della migration dalla gebbia al Think Tank, anche in ottica di un merge & aquisition. A chi volesse invitare qualcuno del proprio network di conoscenze dico Yes you can.

  5. gianni allegra
    Gen 15, 2010 @ 13:15:59

    Mi metto i tacchi e mi altomimetizzo.

  6. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 13:24:35

    @cacciatorino:
    come la fai complicata… quando ho fatto il militare si chiamava passo del gattuccio o del leopardo.

  7. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 13:27:09

    Caro Tanus, dimentichi “l’amico del giaguaro”. ;-)

  8. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 13:33:07

    Non posso ricordarlo… non ero ancora nato.
    ;-)))

  9. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 13:37:03

    Al limite i programmi sperimentali di Rai3 e il Paroliamo di Tandem….

  10. Marida
    Gen 15, 2010 @ 13:41:29

    ed io in manto femmina mi posso mediomimetizzare???

  11. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 14:59:10

    A proposito di low-mimetics, dice che i lavori del futuro sono il nano medico e l’agricoltore verticale.

  12. silvia
    Gen 15, 2010 @ 15:02:59

    @Cacciatorino si è convertito all’emoticon, non credo ai miei occhi!
    :-D

  13. la contessa
    Gen 15, 2010 @ 15:18:05

    Caspiterina… è vero! Cacciatorino, che sta succedendo?

  14. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 16:34:26

    E’ stata un’eccezione. Non accadrà più.

  15. silvia
    Gen 15, 2010 @ 17:17:36

    Era da tempo che lo voleva fare e finalmente gliene è scappato uno, he he.

  16. gianni allegra
    Gen 15, 2010 @ 18:41:25

    Sono andato su gugol e poi vichipedia per capire cosa diavolo fosse l’emoticon: ah! :-)

  17. la contessa
    Gen 15, 2010 @ 18:52:35

    Silvia cara, se non lo teniamo d’occhio, tra un po’ ci ritroviamo un “attimino fuggente” tutto punti esclamativi e puntini di sospensione, in un tripudio di interiezioni.

  18. gianni allegra
    Gen 15, 2010 @ 19:40:05

    una carpetta diem?

  19. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 20:21:15

    Colpa di Tanus, fu. Mi ha contagiato.

  20. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 20:22:20

    :-o
    :-(
    :-)
    Li odio!

  21. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 22:01:05

    XD

  22. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 22:06:45

    Io non li amo, mi sono indifferenti.
    Ma molto spesso aiutano a comprendere il tono con cui si scrivono certe frasi.
    Io agli emoticon preferisco la viva voce.

  23. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 22:09:33

    @cacciatorino:
    scusami, non pensavo di usarne così tanti da contagiare.
    Diremo al ministro della sanità di fare un nuovo contratto con Novartis per il vaccino anti-emoticon.

    @Gianni:
    si scrive vichipidia.

Leave a Reply