Con il pensiero, no?

Gabinetto di una panineria di Palermo.

  

14 Comments

  1. Tanus
    Gen 13, 2010 @ 10:11:03

    Grazie Gery,
    per averci risparmiato dalla vista della tazza.

    Comunque, a mio modestissimo parere, manca anche la storica avvertenza:
    Non dico fare centro, ma almeno fatela dentro.
    Oppure:
    Ricordati che non sei un pompiere, e quello che hai in mano non è un idrante.

  2. gianni allegra
    Gen 13, 2010 @ 10:19:19

    Sto cercando di capire quali altre opzioni oltre a quella del pigiare manualmente possano fantasticarsi.

  3. fm
    Gen 13, 2010 @ 11:21:04

    quali opzioni?
    In una conversazione avuta con una studentessa durante un viaggio d’istruzione, la fanciulla mi confessò che lei per fare pipì in un gabinetto pubblico saliva sulla tazza (poggiando i piedi sul bordo) e si accoccolava alla turca. Non si è mai resa conto, nonostante le spiegazioni, che con quel gesto rispettava “la sua” pulizia ma non quella degli altri.
    Per rispondere alla tua domanda: l’altra opzione è premerla col piede , corredato di scarpa “fitusa”. Rispettando, come al solito, la “mia” pulizia e igiene” e non quella altrui.
    Questo, secondo me, è razzismo!

  4. Tanus
    Gen 13, 2010 @ 11:21:38

    Per caso la panineria si chiama “da Pinocchio”?

  5. fm
    Gen 13, 2010 @ 11:21:47

    ps
    razzismo interno, figuriamoci quello esterno!

  6. Tanus
    Gen 13, 2010 @ 11:22:40

    Chissà come farebbe Rocco Siffredi?

  7. gianni allegra
    Gen 13, 2010 @ 12:27:21

    Col piede in spaccata?

  8. gianni allegra
    Gen 13, 2010 @ 12:28:20

    Se si chiama Pinocchio l’opzione è quella del pigiare il pulsante con il naso.

  9. fm
    Gen 13, 2010 @ 14:01:27

    C’è poco da scherzare. Quelle ragazze pensavano di comportarsi correttamente! E non di rappresentare il peggio o di adeguarsi al peggio

  10. fm
    Gen 13, 2010 @ 14:04:17

    Se si parte dal presupposto che “IO sono pulito e per bene” gli altri sono sporchi e per male e con loro non mi immischio…siamo sempre là. Questo è razzismo

  11. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 13:08:50

    @fm: ma la studentessa chi era? Ambra Orfei?

  12. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 20:24:54

    Scherzo. So che c’è gente che lo fa. Quando si vede una tavoletta spaccata, c’è passata gente che lo fa.

  13. il cacciatorino
    Gen 15, 2010 @ 20:29:08

    Io non posso esimermi da citare (forse non per la prima volta) una scritta che vidi sulla porta del cesso di una sala giochi gestita da tunisini. Chi non ama le volgarità CHIUDA GLI OCCHIi.

    C’era scritto:
    “Chi non butta acqua mamme ficcano”.

    Io la trovo un capolavoro linguistico.

    ;-)

  14. Tanus
    Gen 15, 2010 @ 22:14:48

    Arghhhhhhh, un’altro emoticon del cacciatorino.

    Non sentivo questo verbo dalle medie.

Leave a Reply