Opinion leaders

flavia_vento_20

L’attimino fuggente
di Giacomo Cacciatore

Al “Fatto del giorno” di Monica Setta, fino a poco fa succursale della sala d’aspetto del San Raffaele di Milano, il tema principale di discussione del giovedì di quaresima berlusconiana è stato: stiamo tornando agli anni di piombo?  C’erano vari opinion leaders: Alba Parietti, Emanuela Villa (la figlia di Claudio) e, in collegamento (da dove?) Flavia Vento. Alla Vento, presenza misteriosa e muta sul video-wall nel corso di tutta la puntata, è stata rivolta la domanda conclusiva.
“Se lei fosse al posto di Berlusconi, perdonerebbe l’aggressore?”.
La risposta arriva dopo qualche istante di fiato sospeso: “Io? No. Cioè… io perdonare no”.
Poi l’hanno sfumata. Entrava Emma Bonino.

Pubblicato da

Gery Palazzotto

Palermo. Classe 1963. Sei-sette vite vissute sempre sbagliando da solo. Sportivo nonostante tutto.

10 commenti su “Opinion leaders”

  1. Devo dire che la setta della Setta sta diventando una trappola irresistibile per molti. Anzi, ormai ci vanno quasi tutti, come da Marzullo. Un giorno o l’altro in quello studio sottovuoto spinto temo di vedere materializzarsi Napolitano, Dio non voglia. Il Papa no. Quelli telefonano solo a Vespa.
    Vorrei porre velocemente l’attenzione sulla scelta della colonna sonora della trasmissione. La voce di Paolo Conte che fa Zazarazzà… è solo la punta dell’iceberg. Ma secondo voi, con quegli stacchetti musicali de-contestualizzati cerca di essere spiritosa?

  2. @Abbattiamo: cara, la foto è datata e alquanto ritoccata. La sciroccata Vento è stata paparazzata la scorsa estate al mare e, mi creda, aveva ben altre forme.

    @cacciatorino: non si sarà fatto sfuggire che la nostra Setta soffre il complesso della “sfumatura”. Già dai primi minuti di trasmissione, quando gliene rimangono almeno altri quaranta, comincia a bacchettare i suoi ospiti (che chiama tutti per cognome) apostrofandoli così: sia breve altrimenti ci sfumano, come hanno fatto ieri, e io non riesco nemmeno a salutatare i miei ospiti…

  3. Oggi, tra gli opinion leaderSSSS, la contessa Patrizia De Blanck, la soubrette Justine Mattera (in collegamento. Da dove?) e Sandro Mayer. Tema della puntata: Santoro ha fatto gli auguri a Spatuzza. Il pd si dissocia? La Setta ha prima avvertito che Santoro ha sempre detto per chi vota, e lei NO (veggenti di tutta Italia, unitevi).
    Sta parlando Capezzone. Mi pare che basti.

  4. @la contessa: ah, quindi anche quel c**o è volato via col vento. Oltre al cervello, s’intende.

  5. Sono arrivato a una conclusione. La Setta è una terrorista. Infatti, ogni sua apparizione è un attentato alla deontologia del vero giornalismo. La salva la modesta entità della carica esplosiva di cui dispone, per fortuna inumidita dal ridicolo. Petardi. O per essere più precisi, piriti.
    @contessa: ha l’ossessione della sfumatura perché sa di essere inessenziale, cancellabile in qualsiasi momento, nonostante la sua opera di leccaculismo quotidiano. Meglio farebbe a tornare a preoccuparsi delle sfumature delle sue mesc (non so come si scrive: i capelli, va’). D’altronde, le M’ESC sono un problema evidente per lei. Le ESC fuori di tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.