L'illustrazione è di Gianni Allegra

L'illustrazione è di Gianni Allegra

di Rosi Palmeri

Riassunto della puntata di ieri.
Un tale della X Expert propone alla narratrice un depuratore per rendere meno dura l’acqua dei rubinetti di casa. C’è già stata la prova somma, quella dell’assaggio.

Loro della X Expert, ci dice il tizio, hanno capito che la gente non vuole spendere tanti soldi per un depuratore, e tantomeno per i filtri che devono essere cambiati almeno tre volte in un anno. Loro forniscono tutto gratuitamente, e ti vendono, come Sky, un abbonamento a un servizio. “Anche dietro fattura, se volete…” (grrr, se vogliamo!). E poi grazie al coupon che mi hanno dato le sue complici non pago nemmeno l’installazione. E il cambio del filtro anzichè 100 euro l’anno mi costerà 50 euro l’anno. Se l’impianto ha qualche problema si chiama l’assistenza. Gli interventi sono tutti gratuiti e la macchina, escluso le parti elettriche,  è garantita per tutta la durata dell’abbonamento: dieci anni.  Se si rompe, la sostituiscono. Per tutto ciò, si pagano venti euro al mese.
“Con il Rid?”, chiedo.
“Eh no”, fa lui. Perchè negli anni scorsi – lui parla di tre anni di attività – molta gente non onorava gli impegni presi. Allora hanno provato a rivolgersi a una finanziaria, ma il tempo è lungo e gli interessi feroci. “E cosi, vediamo, quanto fa, 20 euro al mese per 120 mesi?  2.400 euro più gli interessi. Dunque siamo riusciti ad ottenere dalla nostra finanziaria una offerta vantaggiosa che giriamo ai nostri clienti: 36 rate a interessi zero, da 75 euro”.
Il totale è 2.700 euro. A questo punto esplodo. Il tanfo è diventato puzza. Di carogna.  “Quindi lei chiede un abbonamento a un servizio e in realtà ci vende un bene in 36 mesi”.  Lui, evidentemente preparato a questo tipo di rimostranze, mi risponde che non capisce la mia perplessità. “Noi siamo 1.200 in tutta Italia tra consulenti sanitari, segretarie, uffici.  Più il depuratore, i manutentori degli impianti, eh insomma, ci dovete pure pagare il nostro lavoro no?”.
Ribatto: io X Expert non la conosco.
“Ma signora!  abbiamo pure un sito, è in fase di aggiornamento perchè abbiamo trasferito l’ufficio, adesso è in via Giotto”.
Approfitto di un attimo in cui si alza per smontare l’impianto, e mi allontano. Mi siedo alla scrivania e vado su Google.
X Expert.
Nulla.
Divisione acque Expert.
Nulla.
Blue Nemo depuratore (uno dei nomi che ha farfugliato il tipo).
Niente.
Kristal Blu (vedi sopra).
Niente.
Torno dal signore con le sue guance rosse ciliegia, la sua cravatta arancione, la sua giacca pistacchio. Gli dico che nella mia ricerca in rete non ho trovato nulla.
E sospira, anzichè preoccuparsi (del resto è ben addestrato). “Glielo avevo detto, signora, il sito è in aggiornamento”.
Ci lascia il suo numero di cellulare. “Eventualmente, fatevi sentire. Io ci metto la mia faccia, ne ho solo una”.

Sono quasi le 21, la testa è piena di numeri, interessi e acqua sporca.
Domenica sera, dopo vari tentativi, ho trovato un sito di una azienda del signor Arturo La Torre, operante esclusivamente nella regione Puglia, dal 1972.  Il marchio che ho visto sul depliant che il tale non ci ha lasciato (of course) è simile al suo. Scopro che nel 2003 Striscia la Notizia, Mi manda Raitre e le Iene, si sono occupati di casi simili. Sul sito di Mediaset trovo un filmato, che però non gira. Nulla su YouTube. Trovo anche un documento, con relativo indirizzo e-mail del dottor Giorgio Temporelli, ricercatore di Genova, che parla di “vendite emozionali e di truffa ai danni dei consumatori con l’aggravante di indurre ansie e preoccupazioni per la nostra salute”. Bere acqua distillata può fare danni al nostro organismo. L’acqua di Palermo ha ricevuto un buon giudizio dagli esperti di Altro Consumo. La sua durezza può dispiacere alla mia lavatrice, ma al nostro corpo non fa nulla.
Quella che conta è la verità, limpida come un bicchiere d’acqua fresca.

2-fine