La politica della gonna

Non che i leader stranieri mi chiedano di queste cose, ma ogni tanto magari fanno dei complimenti circa la mia vivacità, sul mio fascino…

“Queste cose” sono le sue cose che influenzano la vita politica di un Paese inopinatamente da lui governato. E’ vero che il sesso non ha esordito oggi nell’agone politico, ma è incontestabile che mai prima d’ora un premier aveva trasformato con un tocco di bacchetta (magica e/o pelvica) le sue concubine in una squadra sapientemente assortita di ministri, deputati, europarlamentari.
Spesso il passaggio dalla storia al mito è questione di vocali: Letta, letto; papa, papi; Feltri, filtro; pena, pene.
Insomma, tanto per essere pratici, le dieci domande di Repubblica dovrebbero essere concentrate in un solo quesito: “Presidente, dal punto di vista prettamente politico conta più la gonna o il pantalone attillato?”.

  

24 Comments

  1. fm
    Set 02, 2009 @ 09:16:57

    Perché “inopinatamente” governato, Gery? Il suo governo era “previsto” e non è stato né “improvviso” né “insospettato”

  2. Gery Palazzotto
    Set 02, 2009 @ 09:23:17

    In senso storico, intendo. Sono tra quelli che ammirano la tradizione di questo Paese. E un governo così non c’era da aspettarselo.

  3. fm
    Set 02, 2009 @ 10:28:30

    Tu credi?

  4. gianni allegra
    Set 02, 2009 @ 10:38:00

    Io al premier gli darei una bella boffa.

  5. fm
    Set 02, 2009 @ 10:52:10

    bentornato Gianni.
    Una Boffa al premier? Che fa? insinui?

  6. gianni allegra
    Set 02, 2009 @ 11:05:46

    Volevo farne una vignetta, ma non sarebbe comprensibile ai non palermitani per quello slang di troppo.

  7. Carla
    Set 02, 2009 @ 11:19:30

    Vi segnalo l’editoriale di Ezio Mauro su Repubblica:

    L’uomo politico passato alla storia come il più feroce nemico della stampa, Richard Nixon, non ha usato per difendersi un decimo dei mezzi che Berlusconi impiega contro i giornali considerati “nemici”. Se vogliamo cercare un paragone, dobbiamo piuttosto ricorrere a Vladimir Putin, di cui non a caso il Premier è il più grande amico.

  8. Il cacciatorino
    Set 02, 2009 @ 11:35:59

    Ora capisco che cosa facevano lui e Topolinik nelle famigerate foto rubate a Villa Certosa. La gara a chi ce l’ha più lungo.

  9. la contessa
    Set 02, 2009 @ 11:46:50

    @cacciatorino: infatti. Ne deduco che non inviterà mai Obama a uno dei suoi simpatici festini.

  10. Il cacciatorino
    Set 02, 2009 @ 12:04:54

    @Contessa: da “Mezzogiorno e mezzo di fuoco” di Mel Brooks.
    Madelin Kahn, vezzosa, allo sceriffo di colore: “E’ fero kwello ke si dice di foi nekri?”. Spegne la luce. La stanza rimane al buio. Pausa. Poi, una voce femminile, estasiata: “E’ fero… è fero! E’ fero!”.
    Se Mel Brooks ci ha visto giusto… NO, OBAMA non lo inviteranno MAI.

  11. fm
    Set 02, 2009 @ 12:17:18

    @ Gianni
    non preoccuparti, a breve anche le vignette saranno sottotitolate

  12. fm
    Set 02, 2009 @ 12:19:58

    Non sottovalutate i miracoli della chirurgia plastica. Oggi si fa di tutto e di più

  13. gianni allegra
    Set 02, 2009 @ 12:20:19

    Le disegnerò mute.

  14. la contessa
    Set 02, 2009 @ 12:59:06

    «Dio persegue le colpe e tuttavia protegge i peccatori».
    Benedetto XVI

    L’avessi saputo prima…

  15. gianni allegra
    Set 02, 2009 @ 13:03:16

    Non so, ho la sensazione che dovremo porgere la terza guancia…

  16. Il cacciatorino
    Set 02, 2009 @ 13:14:37

    Mezzo OT cattivello: Berlusconi dice che il nuovo film di Tornatore per lui è un capolavoro. Il buongiorno di vede dal mattino.
    Ho idea che, oltre alla versione in bagherese sottotitolata per gli italiani, dovranno farne una sottotitolata per gli amanti del cinema vero.
    Fioretto: se il film di Romero vince il Leone d’oro e quello di Tornatore niente, vado a piedi (forse scalzo) fino al cinema Lubitsch di Bonagia.

  17. Antipatico con le a antipatiche
    Set 02, 2009 @ 13:32:22

    boffa? che significa?

  18. la contessa
    Set 02, 2009 @ 13:39:52

    @antipatico
    traduzione di “boffa”: schiaffo.

    sinonimo: timpulata

    frasi
    “ci rietti ‘na buaffa” – gli ho dato uno schiaffo.
    “cafuddagli ‘na timpulata” – dagli uno schiaffo

  19. la contessa
    Set 02, 2009 @ 13:45:09

    … stavo immaginando come potrebbe essere una lezione tipo di “dialetto palermitano” in una scuola media di Brancaccio.

  20. fm
    Set 02, 2009 @ 14:14:53

    che guaio Contessa! Come districarsi tra boffa, buffazza, timpulata, timpuluni da non confondere con pagnittuni, rastulata, piragnata, carcagnata e così via? Va a finire che quelli di brancaccio non si capiranno più con quelli di borgo vecchio. E vai con i sottotitoli!

  21. la contessa
    Set 02, 2009 @ 14:31:19

    Altra nota curiosa e maliziosamente attuale per il nostro amico @antipatico:
    l’utilizzo del verbo “boffoniare” (o buffuniare), che si traduce con: “prendere per il c**o qualcuno”.

    frase
    “ma mi stai buffuniannu?” – ti stai prendendo gioco di me?

  22. Il cacciatorino
    Set 02, 2009 @ 14:40:01

    Esiste una variazione “fallica” (ovviamente) dell’uso della parola “boffa”.
    “Boffa ‘nta m…” (ingl. Slap in the cock).
    Dicesi di individuo incapace di reagire e/o di uomo le cui reazioni portano a conseguenze irrilevanti e comunque di poco conto.
    Fras. di cane che “abbaia” e non morde.
    “Manco si ribellò. E’ un boffa ‘nta m…”.

  23. faguni
    Set 02, 2009 @ 22:47:59

    ” cu na boffa ci rumpivu a vitrata!!”
    con uno schiaffo gli ho rotto gli occhiali.

  24. faguni
    Set 02, 2009 @ 22:49:23

    Ps: perchè quando il gioco si fa duro…

Leave a Reply