Il Papa, Noemi e la ginnastica

L'illustrazione è di Gianni Allegra

L'illustrazione è di Gianni Allegra

Torno, dopo tre giorni, da Ustica dove ho impiantato una singolarissima versione estiva del mio ufficio.
Mi riconnetto con le news.
Berlusconi usa ancora l’aggettivo “abbronzato” con Obama.
Lo stesso Berlusconi accusa la sinistra di aver approntato un piano eversivo che parte dall’avvocato Mills e arriva fino all’implume Noemi (ma non era tutta farina del suo sacco?).
Il Papa comunica all’Onu che fame e povertà sono inaccettabili (quando ci vuole ci vuole, eh!).
Il primo ministro israeliano Netanyahu dice che la Palestina può essere Stato, ma senza l’esercito di uno Stato (così, per sicurezza).
Amanda Knox ha un’incertezza, nel processo per l’omicidio di Meredith Kercher, su una telefonata fatta a sua madre, ma si dice certa di aver fatto ginnastica in questura dopo la morte della sua amica (sì, proprio così).
Io non fumo da tre giorni e rischio di scrivere su Berlusconi che fa ginnastica in una questura di Tel Aviv, su Netanyahu  che disquisisce di Mills, su Amanda che testimonia sull’abbronzatura del suo presidente, e sul Papa che ha un’incertezza a proposito di una telefonata a Noemi.

  

11 Comments

  1. attempata
    Giu 15, 2009 @ 07:23:43

    Ottima scelta,la tua!!!!!!Il non fumare giova alla tua salute e alle news!!!!!!!!!….

  2. totorizzo
    Giu 15, 2009 @ 07:31:04

    Vuoi dire che anch’io, se smetto di mangiare, rischio allucinazioni del genere?

    Ps: ma l’ufficietto estivo di Ustica sei tu che, abbronzato da far invidia ad Obama, ricevi in bermudoni fiorati ed infradito villeggianti e turisti con vocazioni letterarie invitandoli ad impilare l’un sull’altro i loro manoscritti soffiando soltanto un accaldato “prego, lasciate pure, vi faremo sapere”…?

  3. silvia
    Giu 15, 2009 @ 08:17:22

    Gery,non mollare !

  4. Gery Palazzotto
    Giu 15, 2009 @ 09:24:55

    Attempata e Silvia, io ci provo.
    Totò, guarda che il mio nuovo vizio è mangiare. Quindi siamo in diretta concorrenza.

  5. Cinzia
    Giu 15, 2009 @ 09:38:44

    Gery, non fumo dal primo marzo 2008.
    E’ un’altra vita. Il fumo fa schifo.Non mollare!!!

  6. faguni
    Giu 15, 2009 @ 09:46:53

    Gery, ancora un giorno di sofferenza e il peggio è passato! almeno per ciò che riguarda la dipendenza fisica. E se può esserti utile, guarda un po’ qui.

    http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/seoul-fumo/1.html

    Ps: tienici aggiornati che puoi fare da sprone ad altri.
    Grazie.

  7. jana
    Giu 15, 2009 @ 10:57:52

    Torno da una due giorni a Siracusa-Ortigia per le tragedie greche e tutto il resto… e dopo le abbuffate di pesce e gelati adesso vorrei provare a…smettere di mangiare! Ma è durissima.
    Gery tu non mollare, la tua è l’unica strada giusta.

  8. gianni allegra
    Giu 15, 2009 @ 11:00:43

    @Jana: le Tragedie uno spettacolo grandioso! E bellissima, sempre, Ortigia. Il pesce dove l’hai mangiato?

  9. Giovy
    Giu 16, 2009 @ 00:19:37

    Come fosse il palazzotto’s office” in versione estiva (magari era una tenda alla Gheddafi, piantata su una spiaggia piuttosto che in un prato?!)non è dato saperlo, certamente una cosa divertente.
    Ma la versione del gery che non fuma ci piace assai, assai, assai…vote for gery!

    Piccola informativa sul fumo:
    la versione ufficiale del perchè bisogna smettere di fumare, o mai iniziare, si compone di più motivazioni alcune delle quali sono riportate qui di seguito:

    1- malattie: cancro non è solo 1 segno zodiacale;
    2- fiato corto…sul più bello ti manca l’aria;
    3- vita breve…già di suo è di 4 lettere;
    4- spese vive…e portafoglio in fin di vita;
    5- dipendenza…a tempo determinato, poi boh..;
    6- sesso…vedi fiato corto;
    ma la verità in assoluto peggiore, nascosta, che non ti dicono, la più schifosa, la più sudicia, causa di problemi di svariato genere, è che:
    TI PUZZA L’ALITO!!!!!!!!!!!!!!!!

  10. Gery Palazzotto
    Giu 16, 2009 @ 00:29:52

    Tutto giusto!

  11. Il cacciatorino
    Giu 16, 2009 @ 13:53:20

    Io ho smesso ieri. Ma avevo smesso anche l’altro ieri e il giorno prima. E lo dico senza ironia, con un pizzico di pietà per me stesso e la mia idiozia.

Leave a Reply