Per chi ha più di quarant’anni

Certo che per un rockettaro ricordare a memoria le parole di questa canzone è come sperimentare su se stessi l’effetto di un cortocircuito spazio-temporale. O, più semplicemente, è la prova che, sotto il cielo giusto,  basta poco per sentirsi felici.

  

9 Comments

  1. la contessa
    Giu 10, 2009 @ 20:18:32

    … diue diue diue…

  2. silvia
    Giu 10, 2009 @ 22:01:25

    Non capisco che intendi con cortocircuito spazio-temporale. Che stai invecchiando?! Dai, che sei un bel vecchietto…

  3. cinzia
    Giu 10, 2009 @ 23:07:27

    Piango in maniera stazio – temporale.

  4. cinzia
    Giu 10, 2009 @ 23:07:56

    strazio – temporale…
    però anche stazio – temporale ha un suo perchè

  5. cinzia
    Giu 10, 2009 @ 23:08:37

    Ma che è???? La pubblicità?????

  6. Gery Palazzotto
    Giu 11, 2009 @ 00:00:22

    @la Contessa. Vedo che ha preso subito il ritmo.
    @Silvia. Grazie per la pietà dimostrata.
    @Cinzia. Ebbene sì.

  7. cinzia
    Giu 11, 2009 @ 00:41:34

    E se ci clicchiamo su è una cosa buona e giusta?
    Mezza parola.

  8. Gery Palazzotto
    Giu 11, 2009 @ 09:02:58

    Certo, male non fa.

  9. Abbattiamo
    Giu 11, 2009 @ 09:20:10

    Ho cliccato su tutto. Ma su “Cattivo pagatore” proprio non me la sento.

Leave a Reply